Polisportiva Futura, è tris di riconferme

65

Dopo la riconferma di Rotella, poche ore fa ha ufficializzato la volontà di risposare il progetto Polisportiva Futura anche il tecnico Alfarano e i due giocatori Spanti e Labate. Sicuramente la salvezza diretta della scorsa stagione ha creato grande entusiasmo e soprattutto voglia di crescere e di credere in altri obiettivi.

Ecco le emozioni dei tre reggini dopo le ufficializzazioni.

Alfarano: “La mia riconferma altro non è che la logica conseguenza di un percorso cominciato solo lo scorso anno. La salvezza conseguita era l’obiettivo prefissato assieme alla valorizzazione di diversi giovani calcettisti. Ci siamo riusciti – continua – ed è proprio da lì che si riparte con lo stesso entusiasmo e con la consapevolezza che solo con il lavoro, l’umiltà, il sacrificio e l’ambizione si può migliorare. Il progetto dunque continua ed io sono ben fiero di farne ancora parte. Tutti assieme: settore tecnico, società, calcettisti, sappiamo ciò che ci aspetta, quello che dobbiamo fare, dove vogliamo arrivare. Sarà di certo un’altra stagione che ci vedrà protagonisti. Serve lavoro, lavoro e lavoro”.

Spanti: “Al mio arrivo alla Futura, lo scorso anno, la salvezza sembrava quasi impossibile ma, grazie al mister Alfarano e allo spirito di squadra venutosi a creare, siamo riusciti a fare veri e propri miracoli in campo. Sono grato alla società per la riconferma e lieto di poter dare il mio contributo, di offrire la mia esperienza ai ragazzi della squadra, anche per il prossimo anno. Con l’augurio di riuscire fin da subito ad ottenere le prime soddisfazioni in campo”.

Labate: “Felice di sposare anche quest’anno il progetto Futura. L’accordo con la dirigenza si è raggiunto facilmente sia grazie agli obiettivi comuni sia per la stima e il rispetto reciproco che hanno sempre contraddistinto il nostro rapporto. Tanti obiettivi, come dicevo prima, anche questo anno da raggiungere con la squadra unita e con ragazzi giovani e motivati dalla voglia di non deludere e fare bene. Farò il possibile per mettere ancora a disposizione della squadra e dei miei compagni, dentro e fuori dal campo, la mia esperienza e la mia voglia di fare”.