Serie D girone I: il punto dopo la trentaduesima giornata

93

La trentaduesima giornata del campionato di Serie D girone I vede il Bari, del nuovo corso targato De Laurentiis, staccare il definitivo pass per la SERIE C. Quello dei galletti di capitan Brienza è stato un campionato dominato fin dalle primissime giornate che ne ha sancito il ritorno tra i professionisti al termine della sfida in terra ennese contro il Troina piegato da un calcio di rigore messo a segno da Simeri con il numero uno Marfella che, nei minuti di recupero, si è reso protagonista di due interventi prodigiosi salva risultato. Per i biancorossi è solo il primissimo passo. L’obiettivo ultimo, infatti, non potrà che essere il ritorno nell’olimpo del calcio che, proprio dieci anni orsono, ne vide l’ultima perla promozione grazie al primo posto nel campionato cadetto 2008-09. In panchina c’era Antonio Conte.

Cade, invece, ed è la sesta volta lontana dalle mura di casa, la Turris (l’unica compagine del torneo rimasta imbattuta contro il Bari) che, contro una Palmese cinica e, nel contempo, solida, non può nulla. 1-0 e ottavo sigillo per l’ivoriano Ouattara. Neroverdi di Franceschini salvi, e con due giornate d’anticipo, in quello che può definirsi un autentico miracolo sportivo. Perde il Marsala (2-0 in quel di Portici), ma mantiene sempre la terza piazza, con il Castrovillari, corsaro in terra siciliana contro la già retrocessa Igea Virtus con un calcio di rigore siglato da Puntoriere, che balza al quarto posto avvicinando i trapanesi. Secondo pareggio consecutivo per la Cittanovese bloccata sul nulla di fatto dalla Nocerina in Campania. Per i giallorossi di Zito, adesso sesti, play off più lontani, anche se il ritardo dal quinto posto (che per adesso è del Portici) è di appena una lunghezza.

In zona play out occasionissima sprecata dal Rotonda che, dopo i tre punti acquisiti a tavolino contro il Troina, è costretto al 2-2 casalingo da una coriacea Sancataldese con Evacuo che ha ripreso per due volte i nisseni. Continua a perdurare la crisi per Roccella (terzultimo) e Locri (quartultimo). Il Roccella, al termine di novanta minuti senza grandissime emozioni, non va oltre lo 0-0 casalingo contro il Messina; mentre il Locri cade al di là dello Stretto contro il Città di Messina vittorioso per 2-1. Di Princi la rete decisiva che regala tre punti d’oro ai giallorossi. Terza sconfitta consecutiva per l’Acireale caduto 4-0 in trasferta contro il Gela.

A far compagnia a Lecco e Bari tra i professionisti il prossimo anno ci sarà anche il Picerno di Giacomarro che, dopo lo 0-0 casalingo contro il Taranto, fa scattare la festa promozione per un paese di appena 6.000 abitanti approdato per la prima volta nella sua storia in SERIE C… Buona Pasqua e ad maiora…