Serie D girone I: il punto dopo la trentunesima giornata

40

La trentunesima giornata del campionato di Serie D girone I (contraddistinta da una settimana movimentata da due cambi in panchina con il Roccella affidatosi a Loccisano, subentrato a Passiatore, e il Messina che, come un fulmine a ciel sereno, ha visto il ritorno di Infantino al posto di Biagioni esonerato per motivi disciplinari) non fa ancora scattare la festa promozione per il Bari che, dopo il risicato 2-1 al Portici (rete decisiva di Simeri ma tanti fischi da parte dei sostenitori dei galletti), in virtù del tennistico 6-0 della Turris inferto al Città di Messina, con capitan Longo “l’Immobile della Serie D” autore di una sensazionale tripletta che gli permette di balzare in vetta alla classifica cannonieri, vede i corallini sempre a meno otto ma, a tre giornate dalla conclusione del torneo, è ormai solo un piccolo dettaglio.

Vince il Marsala (1-0 casalingo al Gela con rete dell’ex Candiano) e per i trapanesi la terza posizione è sempre più vicina. Per gli altri due posti in ottica play off la lotta, invece, è più che mai aperta. Saranno, infatti, Troina, Castrovillari, Cittanovese, Portici, Acireale e Nocerina a contendersi quarta e quinta piazza. Con il Castrovillari (corsaro ad Acireale con una rete per tempo di Pandolfi e Fioretti) a spiccare il salto più deciso che gli permette di staccare la Nocerina (caduta a Messina 2-1) e agguantare la Cittanovese che, nella sfida del Morreale Proto, impatta 3-3 contro la Palmese.

Saluta tutti l’Igea Virtus. A batterla, decretandone la retrocesione, è il Locri che, grazie a Trombino, fa sua una sfida molto delicata. Amaranto che sorpassano Città di Messina e Roccella (rovinosa battuta d’arresto in terra lucana contro il Rotonda che, con le reti di Talia ed Evacuo su calcio di rigore, torna a sperare nei play out) accorciando sulla Sancataldese fermata al Valentino Mazzola dal Troina sul nulla di fatto.