Con 40 medaglie l’Italia ottiene il miglior risultato di sempre alle olimpiadi

41

I giochi della XXXII Olimpiade in casa Italia hanno fatto segnare uno splendido record.

40 medaglie (10 ori, 10 argenti e 20 bronzi) messe insieme, migliorano, infatti, quanto fatto a Los Angeles 1932 e a Roma 1960 quando si conquistarono 36 medaglie per edizione.

Per quel che riguarda la medaglia più preziosa, a comandare è stata l’atletica leggera che, trascinata dal primo successo della storia nei 100 metri piani di Lamont Marcell Jacobs, ha collezionato 5 ori. Un oro a testa per il canottaggio, il ciclismo (con il quartetto: Filippo Ganna, Francesco Lamon, Jonathan Milan e Simone Consonni a stabilire il nuovo record del mondo, 3’42″032, nell’inseguimento a squadre), il karate, il taekwondo e la vela. Scherma, nuoto che, con un totale di 7 medaglie (2 argenti e 5 bronzi), ha raccolto più medaglie di tutti, sollevamento pesi, tiro con l’arco, canoa/kayak, tiro, ginnastica, pugilato e lotta completano il quadro del preziosissimo medagliere.

Un medagliere che, arrivato oggi a contemplare un totale di 618 medaglie (217 ori, 188 argenti e 233 bronzi), nel lontanissimo 1900 (Parigi) ebbe in Gian Giorgio Trissino (oro e argento nell’equitazione), Antonio Conte (oro nella scherma), Enrico Brusoni (oro nel ciclismo), Italo Santelli (argento nella scherma) i primi olimpionici azzurri ad aggiudicarsi le prime medaglie della storia.