GP in Bahrain, dalla battaglia finale esce vincente Hamilton

22

Lewis Hamilton vince il primo GP della stagione in Bahrain. L’inglese della Mercedes ha preceduto, dopo una bella lotta negli ultimi giri, il poleman Verstappen e il compagno di squadra Bottas. Le Ferrari non brillano ma vanno entrambe a punti: Leclerc è sesto, Sainz ottavo.

PRIMI GIRI – Avvio movimentato quello di questo mondiale di F1 2021. Nel giro di formazione si ferma la Red Bull di Perez, che dunque parte dai box. Gara accorciata di un giro e nuovo giro di formazione. Subito dopo la partenza va fuori la Hass di Mazepin dopo un testacoda, facendo entrare in pista la Safety Car. Alla ripresa Verstappen conduce davanti ai due Mercedes fino alla prima finestra di pit stop.

UNDERCUT HAMILTON – Il sorpasso avviene ai box al giro 17: Hamilton si ferma al giro 13 per montare gomme hard e guadagna su Verstappen che, fermatosi dopo quattro giri, subisce l’undercut.

GRANDE BATTAGLIA FINALE – Il campione del mondo e l’olandese della Red Bull hanno dato spettacolo negli ultimi giri. Farà discutere la questione della restituzione del sorpasso di Verstappen ad Hamilton, dopo che il 33 aveva scavalcato il 44 in curva 4 con una manovra leggermente al limite. Pare sia stato lo stesso team a dire a Verstappen di ridare la posizione. Sta di fatto che Hamilton, negli ultimi giri, ha fatto un capolavoro, tenendo dietro una Red Bull che sembrava avere tutte le carte in regola per vincere il GP.

FERRARI ANONIMA – Dopo una grande qualifica di Leclerc, la Ferrari deve fare i conti con la cruda realtà. La strada è ancora lunga per poter ambire alle posizioni di rilievo, anche se le cose rispetto allo scorso anno vanno sicuramente meglio. Mercedes, Red Bull e McLaren sembrano essere superiori, come dimostra la classifica finale. La Rossa, salvo miracoli, sembra destinata a vivere la solita stagione di transizione. Spetta solo a lei farci credere il contrario.

PEREZ MONUMENTALE – Lo scorso anno dopo un contatto al via aveva vinto la sua prima gara della carriera. Quest’anno, dopo il problema nel giro di ricognizione, parte dai box e arriva quinto con una rimonta spaziale dall’ultimo posto. Una grande risposta, quella del messicano, dopo l’azzardo in qualifica di ieri. Fa capire che la Red Bull quest’anno sembra essere molto migliorata e sembra ambire a qualcosa di molto importante.

MCLAREN TERZA FORZA – Grande gara per Norris, che giunge quarto e nel finale tiene dietro Perez. Ricciardo fatica un po’ di più, ma alla fine porta a casa un buon settimo posto. La scuderia di Woking farà tutto il possibile per arrivare al terzo posto, come fu per la scorsa stagione.

TSUNODA: CHE ESORDIO! – Il giapponese Tsunoda, quando Alonso e Raikkonen debuttavano, aveva solamente 9 mesi. Adesso corre contro di loro e stupisce per il suo stile di guida e per la sua determinazione nei sorpassi. Nono posto, primi due punti in carriera e una personalità da veterano. È nata una stella?

CAMPIONI DEL MONDO IN DIFFICOLTA’ – Difficile avvio per tre campioni del mondo: Raikkonen, Alonso e Vettel. Sette titoli mondiali in tre, zero punti per tutti e tre. Il finlandese fa il massimo con la sua Alpha Romeo, ma non va oltre l’undicesima piazza. Lo spagnolo si è ritirato invece per un problema ai freni mentre il tedesco è arrivato penultimo dopo un incidente con Ocon.