Kobudo Italia, bilancio positivo nello stage di Reggio

60

Si è tenuto la scorsa domenica, presso il Parco Ludico Tematico di Ecolandia a Reggio Calabria, lo stage conclusivo della stagione della Kobudo Italia 2020-21 della regione Calabria.

Il Parco di Ecolandia, incorniciato dall’Aspromonte e con vista sullo stretto, è stato il palcoscenico naturale dove gli atleti presenti hanno potuto lavorare in tranquillità e circondati dalla bellezza; la direzione del Parco, dimostrando grande sensibilità al progetto, ha messo a disposizione degli organizzatori tutte le proprie strutture, compresa la bellissima Sala “Giuseppe Spinelli” inaugurata da poco e donata alla struttura dopo essere stata tolta alla malavita organizzata.

Lo stage è stato inserito all’interno di una più vasta manifestazione dedicata allo sport; infatti in serata, al termine degli allenamenti, tutte le società partecipanti hanno potuto esibirsi nel bellissimo teatro all’Aperto incastonato dall’ex Forte Gullì.
Tutto l’allenamento è stato incentrato sull’uso dei tonfa e le sue varie applicazioni pratiche; per motivi pratici dovuti all’eccezionale calura, atleti e maestri si sono allenati in maglietta.
Il maestro Francesco Roma, responsabile regionale per il Kobudo in Calabria, è riuscito a trarre il massimo dalla struttura e dagli atleti; al maestro Ettore Morolli non è rimasto che constatare gli ottimi risultati ottenuti nonostante l’esiguità degli allenamenti dovuta alla pandemia: la Calabria di fatto è oscillata continuamente fra la zona rossa e quella arancione, impedendo agli atleti ed ai maestri di spostarsi per la regione e presenziare fisicamente agli allenamenti.