Pratticò, pres. Vespa Club Villa San Giovanni: «Tutto pronto per il Giro dei Tre Mari»

249

In esclusiva ai nostri microfoni, Francesco Pratticò, presidente dell’associazione Vespa Club di Villa San Giovanni, il quale ci illustra il programma della tredicesima edizione del Giro dei Tre Mari, che partirà quest’oggi per poi concludersi nella giornata di domenica.

Francesco Pratticò: «Spiego brevemente come nasce questa rievocazione storica, praticamente la Piaggio nel 1953 per promuovere la vespa nel Sud Italia ha ideato questa manifestazione, chiamata il Giro dei Tre Mari. Era una gara che metteva a dura prova i piloti, anche perché le vespe di quell’epoca non erano dotate della tecnologia che godiamo oggi. Questa manifestazione è stata svolta fino al 1964, dopo di che non è stata più riproposta.

Il Vespa Club di Reggio Calabria ha ripreso questa manifestazione che si stende su più regioni, a partire da oggi per poi concludersi nella giornata di domenica. Si partirà dalla Reggia di Caserta con destinazione Napoli, da lì prenderemo un traghetto che ci condurrà a Palermo. Questo è per quanto riguarda la prima tappa. La seconda tappa ci vedrà partire dal capoluogo siculo fino a Cosenza, attraversando lo Stretto per sbarcare prima a Reggio Calabria. A Reggio ci sarà una prova di abilità, dopo di che sosteremo a Villa San Giovanni dove ci sarà un controllo a timbro. Sempre a Villa metteremo in esposizione la vespa del mitico Cillo Foti, con la quale lui aveva attraversato lo Stretto di Messina nel 30 luglio del 2017. La tappa Reggio Calabria- Cosenza, sarà dedicata proprio a Cillo Foti.

Conclusa la seconda tappa a Cosenza, la mattina seguente raggiungeremo la Puglia per poi concludere il tutto in Campania. Una prova abbastanza impegnativa per i piloti, che alla fine andranno a percorrere circa 1100 km. Voglio aggiungere che ci saranno 250 piloti, provenienti da diversi paesi d’Europa, contribuendo a dare grande risalto a questa manifestazione. Per concludere vorrei invitare tutti venerdì dalle 17 alle 19, presso la piazza principale di Cannitello, per ammirare questo raduno e magari dando la possibilità alla stampa di intervistare qualche pilota o alcuni membri del Vespa Club di Villa San Giovanni».