esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
ezgif.com-animated-gif-maker (10)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

ezgif.com-animated-gif-maker (10)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

Gioiese: impegnativo scontro interno domani (14,30) col Lamezia

2023-10-28 12:28

Maurizio Accordino

CALCIO, Serie D, Gioiese, Serie D , Viola, Lamezia,

Gioiese: impegnativo scontro interno domani (14,30) col Lamezia

I viola tornano a Palmi per spezzare la spirale negativa

gioiese---sancataldese-041023_66.jpeg

Torna al “Lo Presti” di Palmi la Gioiese che, reduce da 4 sconfitte consecutive, proverà domani ad ottenere i suoi primi punti della dotazione casalinga. Non sarà un compito facile per la compagine della Piana, che si troverà di fronte un Lamezia che, costruito per stazionare tra le grandi del torneo, si ritrova a metà classifica e con ben 3 ko nelle ultime 4 gare. Il cambio di guida tecnica (da Vanzetto a Sasà Marra) ha prodotto soltanto i 3 punti di domenica scorsa contro il Licata, ma poi è seguita la pesante battuta a vuoto di mercoledì al Granillo per 3-0.

 

La Gioiese, che da domani avrà  in panchina il suo nuovo allenatore Franco Viola, che ha seguito la squadra nelle ultime due gare dalla tribuna, vuole interrompere la serie negativa, visto che per centrare l’obiettivo salvezza ci sarà da invertire la rotta e cominciare ad inanellare risultati positivi per risalire la classifica, che la vede ancorata al penultimo posto a quota 3.

 

La società viola, con il vicepresidente Saccà ed il dirigente tuttofare Gino Ventra si sta prodigando in tutti i modi per raddrizzare la situazione e finora non è stata assistita nemmeno dalla dea bendata.

Anche domenica ad Acireale la squadra ha giocato bene, ha creato le sue occasioni, difendendosi con ordine, e quando sembrava che la gara si stesse incanalando su un giusto 0-0, un’indecisione del portierino viola Ammirati (molto bravo e sicuro fino a quel momento) ha compromesso il match.

Adesso, da domani bisognerà decisamente cambiare registro. Lo ha chiaramente fatto intendere mister Viola in settimana, ribadendo ai suoi che è finito il tempo degli alibi e delle occasioni sprecate. Non si può più sbagliare. Bisogna recuperare terreno dalle dirette avversarie e per farlo bisogna centrare qualche vittoria pesante.

 

La prima ghiotta occasione sarà domani contro un avversario quotato, ma molto deluso di questo avvio di stagione. La società sta valutando i “tagli” da effettuare alla riapertura del mercato di dicembre quando, si prevede, saranno molte le rescissioni di quei calciatori dall’ingaggio molto elevato. D’altronde tenere in squadra fior di attaccanti come Saraniti, Carbonaro, Diaz, Bonanno, Terranova, Nicolas Rizzo, e gente di categoria superiore come Palermo, Pinna ecc. per stazionare a centro classifica non ha molto senso.

Con una difesa che ha gente esperta come il suddetto Pinna, Marchetti o Da Silva, la compagine lametina ha incassato più gol della Gioiese, ed ha la quint’ultima retroguardia del torneo. Basti pensare che in 3 gare (in casa con N. Igea Virtus e Siracusa, e mercoledì a Reggio) ha subìto ben 11 gol.

 

La Gioiese dovrà provare ad approfittare della difesa non certo irresistibile dei lametini per vincere questa importante gara. Certo, va detto che se Sparta piange Atene non ride. La Gioiese, infatti, ha le “polveri bagnate” ed in 9 gare giocate ha messo a segno la miseria di 4 gol, ed ha l’attacco meno prolifico del girone.

A nulla sono valsi i tentativi di migliorare il reparto, ancora privo di un centravanti. E così dopo l’ingaggio di Hindle (il cui transfer non è mai arrivato), si è annunciato l’acquisto del serbo Basrak, ma anche lui è stato fin qui bloccato dalle formalità burocratiche. Era arrivato l’esperto esterno offensivo Sandomenico (visto in campo solo una volta per 5’) ed è subito arrivata la rescissione. Pertanto in attacco molte speranze sono affidate sul bravo De Marco, e sui combattivi Moscardi e Romano.

 

Stamattina la squadra, con la seduta di rifinitura svolta a Palmi, ha completato la preparazione in vista di questo importante match di domani, cui seguirà il turno infrasettimanale di mercoledì che vedrà i viola di scena sul campo del S. Luca (a Roccella?). Sarà ancora assente per infortunio Corso, cui si aggiunge l’indisponibilità del portiere Iannì, che ha riportato la frattura di alcune dita di una mano, per cui ieri è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Da domani, fino a quando Iannì non tornerà a disposizione, in panchina andrà il giovanissimo Rugolo, classe 2005. Stamane, infine, la società ha ufficialmente annunciato l’ingaggio di 4 calciatori: Ielo, Andreano, Maressa e Garofalo. I primi due hanno già esordito domenica ad Acireale, mentre Maressa è andato in panchina. Garofalo è un centrocampista classe 2004, e proviene dalla Primavera del Palermo.

vega-poste-private-ok.jpeg