esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
ezgif.com-animated-gif-maker (4)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

ezgif.com-animated-gif-maker (4)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

Fu nell’anno di grazia di Luigi Cevenini la prima tra l’Inter e l’Hellas Verona

2024-01-05 17:26

Francesco Lacquaniti

CALCIO, STORIE DI SPORT, Inter, Storie di Sport, Hellas Verona,

Fu nell’anno di grazia di Luigi Cevenini la prima tra l’Inter e l’Hellas Verona

Nel sabato dell'Epifania l'Inter affronta l'Hellas Verona che incrociò per la prima volta il 26 aprile 1914

inter_a.c.-milanese-1-novembre-1913.jpeg

Era il 26 aprile 1914 quando l’Inter (nel girone finale Alta Italia) incrociò per la prima volta l’Hellas Verona (all’epoca semplicemente Hellas) battendolo 5-1 (rete della bandiera degli scaligeri di Forlivesi). A parte il netto successo (in casa Inter sia in campionato che in Coppa Italia i veronesi non hanno mai vinto…) quel che va sottolineato sono le tre marcature di Luigi Cevenini (attaccante milanese classe 1895 appartenente alla dinastia dei Cevenini che in quegli anni sfornò ben cinque calciatori passati tutti dalla stessa Inter) in una stagione che lo innalzerà a miglior marcatore di sempre del massimo campionato italiano visto che metterà a segno ben 37 reti, ritagliandosi anche parecchie marcature multiple il cui apice lo toccò con una sestina nel 15-0 rifilato all’A.C. Milanese. 

 

Nonostante le 37 reti segnate da “zizì” il titolo di campione d’Italia andò al forte Casale messo su dal presidente Oreste Simonotti (futuro numero uno della stessa società meneghina) che, dopo il primo posto nel girone finale (lasciandosi alle spalle: Genoa, Inter, Juventus, Vicenza ed Hellas che chiuse a 0 punti) nella doppia finale contro la Lazio non ebbe alcuna difficoltà a prevalere scrivendo un’indelebile pagina di storia calcistica il cui tempo trascorso (110 anni…) è solo un piccolo dettaglio.