esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
ezgif.com-animated-gif-maker (13)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

ezgif.com-animated-gif-maker (13)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

Da Bahía Blanca a Rosarno: la storia del terzino argentino Lucas Esperón

2024-04-04 17:58

Angela Galluccio

CALCIO, Promozione, calcio, virtus rosarno, Lucas Esperon,

Da Bahía Blanca a Rosarno: la storia del terzino argentino Lucas Esperón

"È una passione che nasce con te, già a 5-6 anni passavo le mie giornate al campo a giocare"

immagine-whatsapp-2024-04-04-ore-16.06.09_014f04e3.jpeg

Sebbene Italia e Argentina siano separate da chilometri di distanza, c’è un legame speciale con profonde radici storiche che lega le due Nazioni. Uno dei fili conduttori tra i due Paesi non può che essere la considerazione e il valore che questi due popoli attribuiscono al calcio. Un sentimento unico che per decenni ha portato tanti talenti argentini in terra italiana, alcuni dei quali consacrati a grandi icone. A fianco a loro, ci sono anche le storie di giovani ragazzi che con grande spirito di sacrificio e tenacia oggi inseguono il loro sogno. Uno di questi è Lucas Esperón, terzino sinistro, da poco arrivato in Calabria tra le fila della Virtus Rosarno

 

Professionalità e qualità tecnica sono alcune delle caratteristiche del ragazzo di Bahía Blanca che ha da sempre vissuto con il pallone tra i piedi: 

 

È una passione che nasce con te, già a 5-6 anni passavo le mie giornate al campo a giocare. Sono cresciuto nel Tiro Federal e poi da lì mi sono trasferito in altri club, Liniers e San Francisco, fino al 28 dicembre 2022 quando sono giunto qui.”

 

Chi arriva in un nuovo Paese deve necessariamente confrontarsi con una nuova lingua e una nuova cultura, ma il bello del calcio è che si tratta di un linguaggio universale capace di far ritrovare quella stessa atmosfera magica e familiare ogni domenica in campo e sugli spalti, anche oltreoceano:

 

I ricordi più belli del periodo in Argentina sono legati alla vicinanza con la mia gente e la mia famiglia. Tuttavia, calcisticamente parlando, qui in Calabria si respira la stessa aria che c’è lì. Prima di approdare alla Virtus Rosarno, un mio connazionale ed ex compagno di squadra mi ha parlato benissimo della società, del posto e in particolar modo dei tifosi. Il supporto dei nostri sostenitori è paragonabile a quello che si trova nei campi argentini perchè anche qui il calcio è molto seguito. Già dopo una settimana di allenamento avevo capito che questo era il posto giusto per me ed è dove voglio rimanere.”

 

 

Ora il classe ‘97 e i suoi compagni sono chiamati a non commettere passi falsi per non allontanarsi dalla zona play off, in un momento della stagione sempre più cruciale

 

L’obiettivo è concludere il campionato nel migliore dei modi, sperando di totalizzare 12 punti da qui alla fine. Se dovessimo riuscire a centrare i play off ben venga, noi daremo comunque il massimo per chiudere la stagione più in alto possibile.

 

Giocatore duttile e di qualità, Esperón è un vero jolly per gli amaranto. Con il suo spirito di squadra sogna di onorare il nome della Virtus Rosarno

 

Sicuramente le prime due-tre partite sono state dure perché dovevo ancora inserirmi e capire quello che mi chiedeva il mister. Ora mi sento come a casa e sono molto felice di essere qui. Rispetto al passato credo di essere cresciuto e maturato molto. A livello tattico, il mio ruolo può cambiare in base al modulo. In una difesa a tre gioco come stopper a sinistra, mentre a quattro posso fare il terzino. Quest’anno, proprio con la difesa a tre, penso di essere utile nelle uscite palla al piede verso la porta, oltre che nelle punizioni e nei calci d’angolo che mi piace provare fin da quando ero piccolo. Questa stagione ho avuto la fortuna di fare due gol, ma sono più felice se faccio segnare i miei compagni. Il mio unico obiettivo, al momento, è aiutare la squadra concludendo la stagione con tranquillità e poi si vedrà ciò che verrà davanti a noi.

 

Da supporter della Nazionale argentina Lucas Esperón ha vissuto un momento indimenticabile legato al suo Paese, quando l’Albiceleste si è laureata campione del mondo per la terza volta nella sua storia:

 

È stato un momento magico per tutti noi e un motivo di orgoglio per me se penso che ad alzare quella coppa sia stato il mio amico d'infanzia ed ex compagno di squadra, Lautaro Martínez”. 

 

immagine-whatsapp-2024-04-04-ore-16.06.09_62b41af9.jpegimmagine-whatsapp-2024-04-04-ore-16.06.09_adf2f56b.jpegimmagine-whatsapp-2024-04-04-ore-16.06.08_3f8b5c96.jpegimmagine-whatsapp-2024-04-04-ore-16.06.08_879d601b.jpeg
immagine-whatsapp-2024-04-04-ore-16.06.10_19be73d8.jpegimmagine-whatsapp-2024-04-04-ore-16.06.10_148fa4e0.jpegimmagine-whatsapp-2024-04-04-ore-16.06.09_29ff3b2b.jpegimmagine-whatsapp-2024-04-04-ore-16.06.10_3de7ce4f.jpeg
immagine-whatsapp-2024-04-04-ore-16.06.09_1258e139.jpeg