“Il pallone a tutto tondo” alla quarta puntata

224

Nella quarta puntata con “Il pallone a tutto tondo”, svoltasi nei locali della concessionaria auto SMEC a Gioia Tauro (seguila qui), ospiti del conduttore Andrea Albarella sono stati l’attaccante della Gioiese Niko Spanò, il tecnico del San Giorgio Gianni Marcianò e il general manager della Real Metropolitana Gianluca Califano. Con loro si è parlato della prima giornata dei campionati di Eccellenza e Promozione e i progetti e programmi futuri delle rispettive società.

Entusiasta il bomber Spanò per la vittoria in trasferta della sua Gioiese contro la Promosport per due reti a uno in nove uomini contro undici per un’ora di partita. “Siamo partiti benissimo contro una squadra forte come la Promosport, nonostante la doppia inferiorità numerica e il caldo di questa domenica abbiamo rischiato poco o nulla. Siamo solo alla prima giornata e i carichi di lavoro si fanno sentire ma vogliamo toglierci delle soddisfazioni che la piazza di Gioia Tauro merita”. Spanò, che ha sempre giocato in serie D, l’anno scorso ha abbracciato il progetto viola e ci spiega il perché: “Mi sono voluto rilanciare e quale migliore piazza se non quella di Gioia Tauro per me che sono gioiese e tifoso viola. Lavoro costantemente per fare bene e ritornare in quei palcoscenici che ho calcato fino a poco tempo fa e sarebbe un sogno magari farlo con la Gioiese”.

Soddisfazione anche in casa San Giorgio per la vittoria nel primo match di campionato nel girone B di Promozione contro l’Archi. Marcianò: “La prima giornata di campionato è sempre difficile, poi era sempre un derby contro una squadra tosta e siamo stati bravi a prepararla durante la settimana e ad approcciare bene la partita. Partire bene fa morale ma adesso subito testa alla prossima partita contro la forte Vigor Lamezia”. Il mister reggino ci parla dei progetti per questa annata calcistica: “Dopo aver svolto un ottimo lavoro l’anno scorso quest’anno ci vogliamo migliorare. Sono una persona ambiziosa e l’obbiettivo è quello di arrivare a disputare i play off. Sono convinto che con la costanza negli allenamenti questo sia possibile”.

In prima categoria da quest’anno ci sarà la Real Metropolitana, club nato quest’anno con ambizioni non soltanto dal punto di vista sportivo. E’ la prima squadra di calcio che ha una reale dimensione metropolitana, non riferendosi dunque specificamente ad un singolo Comune o ad un quartiere della Città capoluogo, ma ha il compito di rappresentare l’anima identitaria dell’intero comprensorio metropolitano. Gianluca Califano:” Il progetto Real Metropolitana va oltre le finalità sportive, vogliamo creare iniziative per dare sostegno in ogni ambito sociale e ringrazio tutte le persone che si stanno avvicinando a questa nuova realtà. Dal punto di vista sportivo abbiamo creato una squadra per puntare a vincere il campionato”. Il dirigente reggino, che vanta una decennale esperienza in ambito societario sportivo, parla anche della volontà di portare tante persone al campo per passare piacevoli domeniche di sport, “Questa è la sfida più difficile, vogliamo cercare di portare le famiglie al campo per passare piacevoli domeniche all’insegna dello sport e lo faremo anche cercando di creare in futuro un forte settore giovanile che è alla base di questa attività agonistica”. Lunedi 19 settembre prossimo appuntamento con nuovi ospiti con “il pallone a tutto tondo”