Maria Stella Granillo: “Vi racconto mio padre “

68

In esclusiva ai nostri microfoni, Maria Stella Granillo, figlia del compianto Oreste, grande uomo di sport, imprenditore e politico. Nella serata di lunedì, si è svolta la quarta edizione del premio a lui dedicato, con la presenza di ospiti illustri del mondo del calcio. Grande emozione da parte di Maria Stella, la quale ci ha raccontato alcuni aneddoti legati a suo padre, che lei porta nel cuore e rende sempre vivo il suo ricordo.

Maria Stella Granillo: “I ricordi sono tanti. Nonostante i suoi molteplici impegni lo portassero spesso fuori casa, aveva il senso della famiglia. Mai è mancato il suo calore, mai sono mancate le sue attenzioni, Da bambina mia madre mi raccontava sempre che, alla vigilia di partite importanti, lui si chiudeva nello studio per mascherare col silenzio in suo stato di tensione. Penso che la città conservi il ricordo di uomo che l’ha amata in maniera viscerale, sia da dirigente sportivo, sia da amministratore, La passione e il rispetto degli ideali di cui lo sport è portatore, hanno rappresentato la bussola per navigare nella vita e affrontare anche le problematiche più complesse. Rovistando nei cassetti ha avuto la conferma indiretta della stima di cui papà ha goduto in ambito nazionale, Ho trovato lettere cordiali firmate dai massimi esponenti del movimento sportivo: Giulio Onesti, Artemio Franchi, Antonio Matarrese, Federico Sordillo, Giacinto Facchetti Silvio Berlusconi e molti altri. Tante anche le foto ricordo. Questo mi ha gratificato molto. Devo essere riconoscente al CONI Calabria che gli ha intitolato l’aula Magna della scuola dello sport al rione Gallina in occasionale del ventennale dalla morte. Esprimo gratitudine anche per Maurizio Insardà il quale da alcuni anni organizza il Premio Granillo, che viene assegnato a personalità di grande prestigio“.

CONDIVIDI