Mesiti confermato alla guida dell’AIAC, rigettato il ricorso di Vinci

55

Il Collegio Nazionale dei Probiviri AIAC, appositamente riunito, ha rigettato il ricorso del candidato perdente Alessandro Vinci che richiedeva l’invalidazione dell’elezione della presidenza regionale della Calabria.
Entrambi i motivi addotti da Vinci vengono giudicati infondati dal Collegio.

– Con riguardo al primo, i Probiviri dell’Aiac ricordano che la necessità di una seconda votazione, ove un candidato non abbia ottenuto i due terzi degli aventi diritto al voto, deve intendersi riferita all’ipotesi ove si voti tra un numero maggiore di due candidati.

– In relazione al secondo motivo di ricorso, riguardante il presunto mancato rispetto da parte dell’associato Iorfida del termine dei 5 minuti previsti per l’espletazione del voto, il Collegio rileva un evidente problema tecnico.

– Dulcis in fundo, il ricorso è stato presentato da Vinci in data 2.2.2021, oltre il termine di 2 giorni dalla data dell’assemblea elettiva (30 gennaio) e pertanto considerato tardivo.

Un chiaro segnale di inefficienza da parte del gruppo “Fare per cambiare”, che ha dimostrato in maniera inequivocabile quell’attaccamento alla poltrona che con tanta forza aveva associato alla nostra intransigente condotta. Con questo ultimo atto si chiude una intensa quanto mordace campagna elettorale. E’ arrivato il momento di rimboccarsi le maniche, operando sui progetti già avviati nell’interesse esclusivo degli allenatori calabresi. Con passione e impegno, andando oltre gli steccati e le appartenenze di ognuno.

Ecco il documento ufficiale:

Lodo_03_2021_Calabria