Sheriff Tiraspol… anche la Transnistria si ritaglia un pezzo di storia

55

I moldavi dello Sheriff Tiraspol, accedendo alla fase a gironi della Champions League 2021-22, dopo aver eliminato nei turni preliminari: Teuta, Alaskert, Stella Rossa e Dinamo Zagabria (secco 3-0 in casa e 0-0 nel ritorno a Zagabria), si sono ritagliati un pezzo di storia. Mai, infatti, un club della Moldova si era spinto così in avanti nella competizione europea più ambita.

Guai, però, a definirli moldavi perché i gialloneri hanno sede nella Repubblica separatista della Transnistria, situata tra la Moldova e l’Ucraina, che ha proclamato la sua indipendenza dal 1990 anche se i Paesi membri dell’O.N.U. non la riconoscono come tale. Lo Sheriff Tiraspol, che in Europa vanta tre partecipazioni alla fase a gironi dell’Europa League, è sorto nel 1993 come Tiras Tiraspol (la denominazione attuale l’ha assunta nel 1997) e in ambito nazionale è la squadra più titolata grazie ai 36 allori conquistati. L’accesso alla fase a gironi della coppa dalle grandi orecchie vedrà confrontarsi l’undici guidato Jurij Vernydub, la cui stella è il ventiseienne attaccante maliano Traorè, con: Inter, Real Madrid e Shakhtar Donetsk.