Eccellenza, il gol di Martinez allo scadere regala la vittoria al Locri

43

Di misura ma comunque meritata la vittoria del Locri sul Soriano. I vibonesi sono bravi a difendersi ma al minuto 42 della seconda frazione sono costretti ad arrendersi al tiro di Martinez che batte l’ottimo Nania.

Il tramonto di questo mini-torneo apre il sipario all’inizio dei playoff, i quali si sono definitivamente delineati dopo la fine di quest’ultima giornata. Al comunale di Locri la partita contava più per i padroni di casa che per i rossoblù i quali, a prescindere dal risultato, non avevano più nulla da chiedere alla classifica. Entrambe le formazioni erano martoriate dalle assenze che hanno costretto i rispettivi tecnici a “rivoluzionare” lo scacchiere tattico. Gli amaranto si presentano con un 4-3-3 rimaneggiato visti i forzati forfait di Catania, Ciccone, Gueye, Dodaro, Lorecchio e Pagano (tutti positivi al Covid) mentre l’organico di mister Parentela arriva in terra reggina senza Bellia e Greco (squalificati) e senza Mangano e Macrì (acciaccati) e dunque nuovamente con Percopo riadattato difensore centrale e Criniti e Santaguida, addirittura, nel ruolo di centrocampisti.
Una partita di orgoglio, di nervi saldi e di resistenza quella del Soriano, più progressista quella del Locri. Pronti via e, al primo minuto, arriva la prima conclusione da parte di Martinez, anche se il suo diagonale in area non inquadra la porta. Gli ospiti però non si fanno attendere e ci provano al minuto 12 con Tozzo che, su cross di Figliomeni, tenta il sinistro al volo. Passano circa cinque minuti ed è ancora Martinez a riscaldare i guantoni di Nania (ottima la sua prestazione). L’episodio più importante della prima frazione, però, avviene alla mezz’ora su calcio piazzato quando, dai 25 metri, il tiro di Infusino (più propenso alla precisione che alla potenza) bacia la traversa. Prima del duplice fischio c’è tempo per un’altro splendido intervento di Nania su Martinez.

Nella ripresa Parentela passa ad una difesa a quattro avanzando Percopo a centrocampo, ma è sempre del Locri il pallino del gioco come conferma l’altra occasione, nata al minuto 18, da capitan Zampaglione che, di testa, scheggia il secondo palo protetto da Nania. Il Soriano, alquanto eroico, cerca di fare quello che può per annullare le folate offensive del cavallo alato, anche dopo essere rimasto in dieci per l’epulsione di Figliomeni alla mezz’ora, ma alla fine si deve piegare proprio allo scadere al preziosissimo gol di Martinez che permette alla squadra di mister Mancini di staccare il biglietto del playoff in casa. Il Cavallo Alato vola, dunque, sull’orizzonte di uno spareggio casalingo che, prima di questa sfida, sembrava davvero complicato. Per la formazione vibonese ci sarà invece il rewind contro il Sersale di Saladino, vincitore del torneo.

LOCRI: (4-3-3) Zampaglione 6; Siracusa 6,5, D’Ascoli 6, Taverniti 6,5, Manganaro 7; Aquino 6, Vita 7, Sposato 6,5; Zampaglione 7, Martinez 7,5 (43′ st Verteraiv sv), Infusino6,5 (28′ st Favasuli 6). A disp. Loccisano, Aquino, Pipicella, Coffa, Mallamo, Lucà, Schiavello. All. Mancini

SORIANO: (3-5-2) Nania 7; Romeo 6,5, Percopo 6,5, Cristiano 6 (38′ st Nesci sv); Bardari 6, Tozzo 6 (14′ st Ienco sv), Criniti 6, Santaguida 6 (1’st Capellupo 6) Traorè 5,5 (19′ st Armignacca 5,5); Figliomeni 6, Dezai 5,5. A disp. Maiuolo, Armignacca, Romagnino, Saccà, Prestanicola, Stillitano. All. Parentela.

ARBITRO: Domenico Fabio Macrina di Reggio Calabria (Francesco Zangara di Catanzaro e Fabrizio Perri di Lamezia)

MARCATORI: 43′ st Martinez

NOTE: Ammoniti Zampaglione (L), Manganaro (L), Vita (L), Tozzo (S), Santaguida (S). Espulsi: Figliomeni (S). Angoli: 10-0. Rec. 0′ pt-5′ st