Gallico Catona, a Soriano un match decisivo per la salvezza

33

Ho più soluzioni, ci siamo liberati, la squadra gioca bene, il gruppo è unito, confido tantissimo sui veterani come Peppe Calarco, Gioia, Marcianò, Pratticò. Sabatino ci ha dato profondità, ho sempre creduto all’obiettivo salvezza, oggi più di prima, ma ancora dobbiamo soffrire tantissimo“. A parlare così è Giandomenico Condello, mister del Gallico Catona. E’ felice, rinfrancato, i ragazzi hanno risposto alle sue sollecitazioni.

A suo fianco c’è il “guru” Natale Gatto che ci racconta anche come sia arrivato a Gallico il “bomber” napoletano “San Gennaro” Sabatino. E’ convinto delle scelte fatte a dicembre, un’epurazione necessaria con un organico, sostiene Natale Gatto, che poteva arrivare nei primi sei posti.

Ma adesso c’è da pensare all’immediato futuro, alla conquista dell’enorme patrimonio dell’Eccellenza e poi per il prossimo anno ristrutturare l’assetto societario e potenziare il settore giovanile in un processo di crescita collettiva.

E domenica “bussa” alle porte la sfida salvezza di Soriano. Gallico Catona che va nelle migliori condizioni, può bastare anche un pareggio per tenere a distanza l’ostico e temuto avversario che ha anche delle importanti defezioni, si giocherà in terra battuta.

Gallico Catona che sembra abbia superato la crisi d’identità, gli ultimi arrivati si sono subito integrati, la nuova “coppia delle meraviglie” Sabatino e Herrada può fare la differenza insieme all’eclettico goleador Moio e a un sempre più positivo Michele Bellè (stagione da incorniciare) e Ciccio Violante.

A Soriano “Giando” Condello se la gioca a viso aperto, con giusta intensità e concentrazione. Uscire imbattuti dimostrerebbe tanto in auto stima e forza collettiva. Gallico Catona, diamoci sotto!