Gallico Catona, dieci gare per la salvezza diretta

54

Ultime 10 gare, Gallico Catona che deve cercare di ottenere ben 18 punti per la salvezza diretta. Non sarà facile, ma ci sono tutte le condizioni per confermare per l’ottava volta il patrimonio dell’Eccellenza.

Il girone d’andata è stato chiuso a 16 punti, due punti nelle ultime cinque gare, ha rinfrancato morale e ambiente il pari esterno in rimonta a Bovalino.

Organico rinnovato quasi in toto rispetto al girone d’andata, si è cambiato modulo, sistema difensivo a quattro, si spera che il trequartista spagnolo Francisco Herrada faccia in quest’ultimo scorcio di stagione la tanto sospirata differenza tecnica insieme al neo arrivato attaccante napoletano Gennaro Sabatino.

Sabatino e Heiz possono essere cinici e concreti sotto porta, mentre anche il centrocampista Mario Garzia può tornare utile in un centrocampo dove giganteggiano l’esperto Peppe Gioia e il “fuori quota” Michele Bellè. Sugli esterni buona la dinamicità del bagnaroto Moio e del 2003 Lombardi.

Le cinque gare interne sono il “lascia passare” per la permanenza (Morrone, Cotronei, Bocale, Isola Capo Rizzuto e Paolana) mentre fuori si dovrà andare a Soriano, Lamezia, Trebisacce, Locri e Sambiase.

Si miscelano scontri diretti e avversari che puntano ai play off. “Giando” Condello sta standardizzando la formazione (rientra anche Ferrato) e il modulo tattico, atleti in ripresa fisica grazie al professore Cola. Evitare distrazioni e cali di tensione. La società deve “stringersi” ancor più intorno al tecnico e ai giocatori. Si è nella fase cruciale della stagione.

E domenica si ritorna al Lo Presti per affrontare una lanciatissima Morrone. Al Gallico Catona il successo pieno manca da due mesi.