Gallico Catona, fiducia e unità per uscire fuori dallo stallo

35

Settimana travagliata di studio, capire dove intervenire per tirarsi fuori dall’inghippo. In questo delicato momento, uno dei più complicati degli ultimi sette anni, il Gallico Catona nella sua interezza societaria è convinta di poter cambiar passo in attesa anche della riapertura delle liste. Un confronto interno dialettico e di impostazione si è reso necessario. In ballo c’è l’enorme patrimonio del campionato di Eccellenza.

Si disquisisce sulla bontà dell’intelaiatura del complesso (è valida o no?), sul modulo tattico, sulle scelte dei cambi, con una compagine sin troppo schiacciata a volte nella propria metà campo. Qual è il vero problema al momento è oscuro, ognuno, questo è il bello del calcio, ha le proprie concezioni. Alla fine però solo soli i numeri, le statistiche a emettere l’inappellabile verdetto.

C’è fretta di invertire la rotta. Condello, dalle giovanili all’Eccellenza, deve avere la saldezza di nervi e la tranquillità di trovare soluzioni e scelte adeguate. La solitudine delle scelte, l’assunzione di responsabilità, la pressione ambientale fanno parte del percorso formativo di un tecnico che vuole andare avanti e migliorarsi ma Condello con la sua umiltà e la sua sagacia può raddrizzare il tortuoso e lungo cammino in un rapporto e franco di fiducia con la società. E’ il momento di stringersi e  fare quadrato. Critiche solo se costruttive. E domenica esame inappellabile per tutti contro il Trebisacce di Malucchi.

 

CONDIVIDI