Gallico Catona, l’analisi del tecnico Condello

150

Nella stagione segnata dalla pandemia il Gallico Catona guidato dal tecnico Giandomenico Condello è riuscito, tra alti e bassi, a confermarsi per l’ottavo anno consecutivo nel campionato di Eccellenza. A questo proposito con il giovane tecnico, alla sua prima esperienza in panchina nel campionato di Eccellenza, abbiamo analizzato la stagione appena trascorsa.

Ecco le sue dichiarazioni al riguardo:
Dopo aver allenato per un paio di anni il settore giovanile dagli allievi e l’Under 18 del Gallico Catona, ho accettato l’incarico di allenare la prima squadra anche perché mi sentivo di poter fare bene: conosco infatti l’ambiente e la dirigenza, oltreché gran parte dei giocatori. Per fare un campionato di Eccellenza ci sono delle difficoltà, ma possiamo ritenerci soddisfatti dell’annata che abbiamo disputato, considerando che hanno giocato tanti giovani ed insieme ai veterani si è creato un gruppo fantastico, grazie al quale siamo riusciti a giocarcela alla pari con tutte le squadre. Unica pecca sono state le trasferte, perché essendo una squadra giovane l’inesperienza in qualche partita ci ha oltremodo penalizzati.

In futuro sono convinto che i ragazzi saranno contenti di riprendere da dove abbiamo lasciato, perché ci sono tutte le condizioni per fare bene. Mi hanno sempre seguito, rispettando le decisioni dell’allenatore e instaurando un clima di reciproco rispetto tra di loro e questo mi ha permesso, giorno dopo giorno, di poter lavorare alla grande. Hanno fatto veramente squadra: un gruppo coeso che è stata la nostra arma vincente. Organicamente a dicembre eravamo con tre/quattro over e Gatto insieme a Misiti ha lavorato per portare quegli elementi che, nel girone di ritorno, hanno dato una grossa mano.

Molti ragazzi sono stati catapultati dagli allievi alla prima squadra dando dei buonissimi risultati. Noi crediamo molto nel settore giovanile, perché rappresenta la nostra spina dorsale, così da non avere mai problemi di fuoriquota.

Infine vorrei dedicare questa salvezza all’avvocato Peppe Passalia e ringraziare tutta la dirigenza del Gallico Catona, formata da tante persone appassionate che fanno l’impossibile per non far mancare niente alla squadra e che, con un budget risicato, per l’ottavo anno consecutivo è riuscita a mantenere il campionato di Eccellenza. Un particolare ringraziamento va a Natale Gatto e a Peppe Misiti perché a luglio hanno avuto l’intuizione e soprattutto il coraggio di far sedere in panchina un allenatore che era alla sua prima esperienza. Diciamo che questa audacia che loro hanno avuto ha dato dei buoni frutti a loro e sinceramente sono anche soddisfatto per quello che ho fatto io”.

Intanto la squadra fa il consuntivo della positiva stagione 2029/2020 e programma il nuovo assetto societario in vista del prossimo campionato, che si vuole “importante” e stimolante.

Il 30 giugno decadono tutte le cariche sociali che verranno assegnate momentaneamente al presidente in carica, fino alla data del 6 luglio. Infatti nella medesima data è indetta una riunione dove verranno riconvocati i precedenti dirigenti, aprendo anche a possibili new entry.

E’ terminata invece, con unanimi consensi positivi, la trasmissione social di Mimmo Scappatura, che ha visto coinvolti notevoli ospiti di spessore.