Gallico Catona, tra alti e bassi ci si prepara a ricevere il Cotronei

89
Domenica delicata sfida casalinga per il Gallico Catona, contro il fanalino di coda Cotronei. Cosa cosa manca alla squadra reggina lontano dal campo amico? Condello non trova la quadra esterna, perché?
Guai ad illudersi contro il fanalino di coda Cotronei. Misteri del “gioco della pedata”, si passa da una brillante prestazione (forse sin troppo molle la Morrone!) ad un’altra incolore e abulica prova esterna contro il Soriano diretto concorrente per la salvezza. Soriano che scavalca di un punto la “beneamata” e la fa ripiombare in zona play out.

Ma perché questa ciclica involuzione negativa esterna, compagine giovane e forse immatura, non sa rimontare, il solito errore difensivo, chissà… Giando Condello e i suoi ragazzi in trasferta fanno sempre flop, perché?  Perché non si gioca con la stessa intensità, quella voglia di emergere, e qui il giovane Condello deve essere ancor più deciso nel trasmettere ai suoi ragazzi la dose di carica agonistica.

A Soriano fra l’altro qualche scelta si è rivelata errata e controproducente per l’intero collettivo. Il neofita trainer deve standardizzare una buona volta per tutte la formazione base e il modulo, senza stravolgimenti di domenica in domenica. Non bisogna stressarsi più di tanto, lavorare per correggere gli errori, migliorarsi e credere sempre nell’operazione salvezza. Sarà ancora un’altra settimana tribolata, di duro lavoro, di applicazione, concentrazione. Quattro gare in casa, quattro in trasferta. Si è nella fase decisiva della stagione. Sei squadre in pochi punti. Chi ha più saldezza di nervi e birra in corpo riuscirà a ottenere la meta prefissata.

E domenica al Lo Presti rende visita il fanalino di coda Cotronei, all’andata il Gallico Catona subì la solita sconfitta  per 1 a 0. C’è voglia di riscatto, Sabatino e Herrada sono chiamati a suonare la carica.

CONDIVIDI