Inizia l’era nel Gallico Catona del “camaleonte” Natale Iannì

230

Natale Iannì “il camaleonte” subentra al dimissionario Peppe Giovinazzo. Il Gallico Catona e lo“scossone” per invertire la tendenza. 53 anni, ex Valle Grecanica, Palmese e Reggiomed, gran “motivatore” e manico di personalità spiccata.

Cambierà modulo tattico, predilige il 4-3-3? Ha il compito di portare tanto entusiasmo e adrenalina e recuperare sul piano piscologico un intero organico. Ci riuscirà?   Teoria e pratica dovrebbero collimare, altrimenti c’è una sperequazione, una difformità e in una squadra di calcio, oltre all’aspetto tecnico, pesano anche gli equilibri interni dello spogliatoio, il rapporto di fiducia fra società, tecnico e giocatori e ciò non è facile anzi… quando non c’è la linearità si rischia di debordare.

Gallico Catona ad un “bivio” programmatico, strutturale, d’identità, capire dove intervenire per migliorare un progetto; a dicembre c’è il mercato di riparazione, si interverrà per migliorare o ci sarà “epurazione”?

Contro l’isola Capo Rizzuto unica nota positiva l’esordio del quindicenne Mattia Sofra, centrocampista di qualità e personalità. E’ sul settore giovanile che si deve investire con professionalità per un ricambio generazionale. E’ ovvio che quando non arrivano i risultati sul banco degli imputati sale in cattedra l’allenatore, giusto o sbagliato che sia, Nessuno discute l’abilità di mister Peppe Giovinazzo e del suo staff, lo ha dimostrato, lavoratore sul campo, conoscitore attento della categoria, impassibile con il suo aplomb sia nelle sconfitte che nelle vittoria. La domanda consequenziale: la squadra, i giocatori, lo “seguono” oppure…e viceversa Giovinazzo ha fiducia nella bontà dell’intelaiature del complesso ?

Un organico notevolmente rinnovato, gente che è scesa di categoria, quindi, bisogna lavorare tantissimo sulle motivazioni, sugli stimoli. Organico sopravvalutato? Forse, ma anche tante attenuanti, è un Gallico Catona che aspetta con impazienza il suo “divin” Davide Bonadio non al meglio della condizione atletica, le sue giocate.

Dovrebbero essere determinanti nel prossimo prosieguo, ma quando esploderà, quando tornerà al top?

Domenica si affronta la breve trasferta di Bocale, compagine fanalino di coda con soli quattro punti. E’ un Gallico Catona che non può più sbagliare, inizia l’era del “camaleonte” Natale Iannì! E fra 15 giorni per uno strano gioco del destino al Lo Presti rende visita la Reggiomed, due ex sulla panca: Peppe Misiti e Natale Iannì.