Palmese, quarto inciampo consecutivo

258

Ad appena due giorni dal cambio tecnico, che ha visto avvicendarsi in panca il catanzarese Davide Visciglia al posto di Antonio Germano, e con il giovane e promettente attaccante Mancini accasatosi alla Paolana (cessione che fa certo discutere…), per la Palmese, scesa in campo al Raffaele Macrì contro il Locri di Alessandro Caridi, non si intravede ancora la strada dell’agognata ripresa. I neroverdi (scesi in campo con: Caputo, Tall, Cavallo, Pititto, N’Dione, Camara, Barrese, Gueye, Okoye, Todaro, Politano) sono, infatti, stati battuti per la quarta volta consecutiva al cospetto del brillante undici ionico, capolista del torneo di Eccellenza a punteggio pieno, che ha trovato la via della rete con una zuccata di Infusino, sugli sviluppi di un calcio d’angolo al minuto 37, e con Catania e Gueye, che, nei minuti finali della seconda frazione di gioco, hanno scritto la parola a una partita che a Visciglia ha fatto trarre una conclusione lapalissiana: “per invertire il trend negativo sarà necessario innestare almeno 4/5 elementi”.

Il pesante 3-0 subito (le 15 reti incassate fanno della difesa della Palmese la più perforata) rende sempre più deficitaria la classifica che, dopo appena sei giornate, la vede posizionata nella scomodissima terzultima piazza a pari merito con il Boca Nuova Melito (1-1 con il Cotronei).

Adesso, alla pari di tutti gli altri campionati dilettantistici regionali (come riferito dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ha dato lettura del nuovo D.P.C.M.), il torneo di Eccellenza sarà costretto a fermarsi almeno per un mese.

CONDIVIDI