Reggiomed, puntare in alto con la bella gioventù

74

La Reggiomediterranea di mister Misiti, si sta preparando al meglio per la fase nazionale dei play off di Eccellenza, dove sarà impegnata in un doppio confronto con i campani del San Marzano. Domenica ad Angri il primo round, mentre il match di ritorno in programma sette giorni dopo a Longhi-Bovetto.

Gli amaranto reduci un’ottima stagione, che li ha visti concludere in seconda posizione il proprio torneo e successivamente imporsi con merito alla fase regionale, vogliono lottare fino alla fine per conquistare un qualcosa di storico. Comunque vada, il cammino percorso dalla compagine reggina resta a da incorniciare, considerato la giovane età della rosa e il bel gioco espresso in ogni gara. Provarci non costa nulla, come si sa il calcio sa essere imprevedibile e le partite vanno giocate fino alla fine. Saranno 180 minuti emozionanti, tra due formazioni che sognano in grande.

Il San Marzano è una vera e propria corazzata, potendo vantare tra le sue fila elementi di notevole esperienza e qualità. I reggini tornano a disputare questa fase dopo tre stagioni, con tanto entusiasmo e quella voglia di voler stupire. Le basi poste dalla società del presidente Leo, fanno intendere che questa bella realtà del nostro territorio tardi o presto sarà destinata a realizzare quel sogno chiamato Serie D.

Il modello Reggiomediterranea, deve essere l’apri pista per molte società dilettantistiche, le quali sono costrette a sopravvivere per poter fare calcio. Giovani, programmazione, costi sostenibili e una seria struttura societaria, rappresentano gli ingredienti per poter raggiungere traguardi straordinari. Alla Reggiomediterranea c’è tutto questo. Per capitan Cordova e compagni, non resta che vivere al meglio questa affascinante avventura, con la consapevolezza di essere forti e che il bello deve ancora arrivare.