Reggiomed – Rende 1-1, reggini raggiunti allo scadere

192

Nell’anticipo della dodicesima giornata del campionato di Eccellenza, Reggiomediterranea e Rende, si dividono la posta in palio in un sabato pomeriggio piuttosto uggioso. Occasione sfumata per i reggini, che avrebbero potuto agguantare seppur momentaneamente la capolista Gioiese.

Una Reggiomediterranea che chiude la prima frazione in vantaggio, grazie alla complicità della difesa rennitana che si dimentica di Takyi, il quale è abile al minuto 38 ad insaccare di testa e battere Franza. Nella ripresa, il Rende scende in campo con un atteggiamento più propositivo, ma la compagine reggina non riesce a trovare il goal della sicurezza. Tutto ciò, consente agli ospiti di rimanere in partita e sperare nel pareggio. Pareggio che arriva allo scadere, sugli sviluppi di un corner: Foti colpisce il pallone con le mani, causando il fallo da rigore trasformato poi da Le Piane, freddo nello spiazzare Morabito. Beffa per Puntoriere e compagni, ingenui per aver perso due punti preziosi per la lotta al vertice.

La Reggiomediterranea, nonostante questa frenata, possiede tutte le carte in regola per lottare fino alla fine per la promozione, dovrà peró imparare a non lasciare nulla al caso. Meriti da attribuire al Rende, venuta a Reggio Calabria per fare la sua partita, portandosi a casa un punto importante in chiave salvezza. Questa sfida, dimostra ancora una volta quanto equilibrio ci sia in un campionato, dove nulla è davvero scontato.Vedremo se dopo questa gara i ragazzi di mister Iannì l’avranno imparato oppure no, ce lo dirá solo il tempo.