Futsal Polistena-Active Network dura poco più di un tempo, lo sfogo del presidente Cordiano

2552

Viene difficile oggi parlare della finale di andata dei playoff per l’accesso alla massima serie del Futsal italiano, tra Futsal Polistena e Active Network. Viene difficile soprattutto se pensiamo al triplice fischio dell’arbitro, che decreta la chiusura della partita, quando ancora mancavano circa 15 minuti al suono finale della sirena.

Ma partiamo dall’inizio. Partita sostanzialmente corretta, con le due squadre che fanno un buon giro palla, cercando di superarsi a vicenda, ma fanno buona guardia le rispettive difese e arrivati a metà primo tempo non ci sono occasioni degne di note. A sbloccare la partita ci pensa Vinicius a 7,35, deviando in rete una palla arrivata da calcio d’angolo. Sulle ali dell’entusiasmo insiste il Futsal Polistena e raddoppia con Diogo, il quale dopo aver superato un avversario calcia di forza la palla per il 2-0. Risponde poco dopo Da Costa che dopo aver dribblato anche Martino manda la palla ad infrangersi sul palo. Si chiude quindi con il doppio vantaggio bianconero la prima frazione.

Secondo tempo che inizia a grandi ritmi con occasioni da entrambi le parti con Silon e Diogo a sfiorare il tris, mentre Martino è attento a ribattere una conclusione avversaria. Svolta della partita dopo 4 minuti quando gli arbitri ravvedono un fallo sulla ripartenza di Creaco, al quale viene mostrato il giallo per la seconda volta con conseguente espulsione e Futsal Polistena in inferiorità numerica. Dopo le proteste dei bianconeri riprende la partita, con il Futsal Polistena che difende bene, cercando anche di ripartire. A questo punto arriva però il fischio dell’arbitro posto sotto la tribuna, il quale sostiene di aver ricevuto dagli spalti uno sputo sul braccio e portatosi dal collega posto dalla parte opposta del campo, dopo un breve conciliabolo inaspettatamente decide di chiudere la gara con il triplice fischio, lasciando esterefatti sia la squadra del presidente Cordiano, sia gli ospiti dell’Active Network.

Si aspetta ora di sapere cosa verrà scritto sul referto arbitrale e, soprattutto quali saranno le decisioni in merito ad una vicenda sicuramente poco chiara, che alla fine potrebbe danneggiare pesantemente non solo il Futsal Polistena, ma tutto l’intero movimento del Calcio a 5.

Il presidente Marcello Cordiano estremamente contrariato dall’epilogo della partita, sottolinea che: «Quello che è successo oggi all’interno del palazzetto di Lazzaro non ha alcuna logica. Stavamo vincendo la partita con due reti di scarto e avevamo avuto grandi occasioni per triplicare. I nostri tifosi dalle gradinate non hanno fatto nulla che poteva determinare la sospensione della partita e non capiamo quindi quale sia la reale problematica che ha fatto chiudere la gara anzitempo. Siamo comunque pronti a dare battaglia per onore della verità».