Il Futsal Polistena soffre ma vince con merito contro il Melilli

131

Il Futsal Polistena con sofferenza, ma anche con merito, vince contro la squadra siciliana del Melilli, consolidando ulteriormente il secondo posto.

Il tecnico di casa Molluso deve fare a meno di Arcidiacone, di Martino (ottimamente sostituito da Parisi ex di turno), oltre che del pivot Maluko, la cui assenza si fa parecchio sentire nei primi minuti di gara. Le due squadre si fronteggiano a viso aperto con azioni da entrambe le parti, in una partita spigolosa e combattuta con i giocatori in campo che non risparmiano energie su ogni palla. A metà primo tempo un intervento irruento costa il secondo giallo a Dentini, fino a quel momento uno dei giocatori più attivi per i bianconeri, conseguente cartellino rosso e squadra di casa in momentanea inferiorità numerica. Cerca di approfittarne il Melilli ma fa buona guardia Parisi, finchè a 6 minuti dal termine viene trafitto da un gran tiro dalla sinistra di Monaco, che porta il Melilli in vantaggio. Non ci sta la squadra di casa e reagisce subito con Diogo che beffa il portiere ospite con un tiro deviato. Poco dopo gran tiro di Vinicius e ottimo intervento del portiere ospite, ma è prontissimo sulla ribattuta Creaco a gonfiare la rete, portando in vantaggio la squadra bianconera e primo tempo che scivola via con il risultato di 2-1.

La seconda frazione inizia con le due squadre sempre combattive che cercano di superarsi a vicenda ed è brava la squadra del presidente Cordiano a portarsi sul 4-1 grazie alle segnature di Fortuna e Juninho.
A sei minuti dal termine altro colpo di scena con il rosso sventolato a Parisi, per una spinta su un avversario apparsa ai più di poco conto. A difesa dei pali del Futsal Polistena entra Malara, che, incolpevolmente, nel giro di due minuti incassa due reti ad opera di Rizzo. A questo punto portiere di movimento per il Melilli che però non sortisce alcun effetto, anche grazie all’attenta guardia del giovane Malara e la partita si conclude con il risultato di 4-3.

📸 Galleria fotografica a cura di Giovanni Nasso