La Pol. Futura si sbarazza dell’Augusta e vola al secondo turno dei playoff

44

Vittoria che vale il passaggio del turno per la Polisportiva Futura, capace di sbarazzarsi di un avversario ostico come l’Augusta, con il risultato finale di 7-1.

Partita che inizia subito forte, un palo di Cividini dopo 10 secondi dal fischio di inizio, un minuto dopo un altro palo con Pedotti e tante occasioni che il portiere ospite ha sventato. La Futura trova il gol del vantaggio prima con Pedotti su assit di Cividini e poi sempre Pedotti su imbucata perfetta di Zamboni. Tornatore ha effettuato solo due parate nel primo tempo ma a 50 secondi dalla fine subisce il 2-1 con portiere di movimento dell’Augusta.

Secondo tempo preme sull’acceleratore la Futura, dilagando prima con Zamboni, poi con Cividini. L’Augusta prova a reagire, giocando per la maggior parte della seconda frazione con il quinto uomo, senza però impensierire in maniera seria Tornatore. La Futura macina gioco e segna il 5 gol ancora con Pedotti (assoluto protagonista) e Cividini con gol spettacolare su calcio d’angolo, chiudendo poi la partita con Trovato.
Giusta passerella finale infine per tutti gli under negli ultimi 3 minuti di partita.

Le considerazioni del tecnico Peppe Fiorenza:
Il risultato contro l’Augusta parla chiaro e mi aspettavo una prestazione cosi maiuscola. Già dal lunedi successivo all’ultimo turno di campionato contro il Mascalucia, abbiamo iniziato a lavorare con la testa in ottica playoff, nonostante il Catanzaro dovesse ancora disputare una gara. Abbiamo lavorato sodo tatticamente e fisicamente, con grande impegno e concentrazione, e devo fare un plauso ai miei ragazzi perchè sono stati “quasi” perfetti, l’unica sbavatura avuta, ci ha portato a subire gol.
Abbiamo affrontato una squadra con un roster importante e un allenatore di grandissima esperienza quale è Rino Chillemi.
Sappiamo bene che i playoff sono difficili, tutte gare da dentro o fuori, dove non puoi permetterti errori o approcci sbagliati, dove non hai una seconda possibilitá.
Sabato prossimo affronteremo l’Ispica, altra squadra ostica, ben organizzata, allenata da un altro grande allenatore/giocatore.
Noi ci faremo trovare pronti, come sempre!
Questo gruppo di Uomini prima e giocatori poi, ha voglia di vincere e dimostrare sul campo che le 20 partite giocate da dicembre a oggi senza sconfitte e con soli due pareggi, sono frutto del lavoro, dei sacrifici, dell’impegno, e della professionalità, ma soprattutto della fame e del vivo desiderio e consapevolezza di meritare la serie A!“.