Lockdown, ecco il pensiero dello Sporting Melicucco

132

Lockdown ormai alle porte per la nostra Regione, anche il mondo dello sport ne paga le conseguenze. Ecco di seguito il pensiero dello Sporting Melicucco, apparso sulla pagina Facebook della Società.

“Ed eccoci giunti a quello che temevamo da tempo, da mesi ormai. Tutto chiuso, lockdown nuovamente, tutti e tutto sacrificato in nome della prevenzione e tutela della salute.
Menzogna.
La tutela e la prevenzione della salute doveva essere la priorità amministrativa di generazioni di “classi politiche” che invece se ne sono completamente disinteressati. E oggi che viviamo una grandissima crisi mondiale, subiamo noi gente onesta ancora una volta questo scempio.
La nostra associazione sospende ogni tipo di attività perchè come sempre rispetta le regole, nonostante apertamente ci dichiariamo discordi verso tutto quello che sta accadendo.
In questo momento molti penseranno che lo sport sia l’ultimo dei pensieri della gente comune, l’ultima delle preoccupazioni. Certamente è vero, le priorità sono ben altre…ma permettiamo di sottolineare che l’attività sportiva, soprattutto rivolta a giovani e bambini, è inclusione sociale, è amicizia, è salute, è rispetto, è grinta, è benessere psicologico, è diritto fondamentale.
L’uomo non è fatto per il solo pane, figuriamoci un bambino o un adolescente….forti di questa convinzione e tenaci, le nostre piccole manine non smetteranno mai di lavorare per assicurare a tutti coloro che ci seguono e collaborano con noi la ripresa, appena concesso, di tutte le attività.
Ringraziamo sempre con stima tutti coloro che hanno scelto di percorrere questo difficile cammino con noi: mister, giocatori, sponsor e genitori…ma soprattutto tutti i nostri giovani e i dolcissimi bambini.
Tutto ha un inizio ma nulla finisce…al massimo si trasforma!!

Rossi nel cuore e nello spirito, a presto!”