Derby della Partecipazione, una simpatica reunion

380

Il sindaco di Taurianova Fabio Scionti in veste di arbitro e due formazioni san martinesi: gli stanziali e quelli sparsi nel mondo, per un derby estivo che ha visto la comunità di San Martino intorno al campetto in erba sintetica che è un po’ il simbolo del cambiamento cittadino sul quale Sindaco e maggioranza puntano.

Non casualmente “DERBY DELLA PARTECIPAZIONE”, in ossequio alla Casa della Partecipazione voluta dal Sindaco per tenere vivo un edificio scolastico da poco dismesso e dare un punto di incontro alle tante associazioni della comunità san martinese, che hanno organizzato nel volgere di pochi giorni il Derby.

Maglia azzurra e calzoncini bianchi per i san martinesi nel mondo, con uno sponsor farlocco “Emigratis” sul petto per prendere la vita con ironia pensando ai noti Pio e Amedeo.

Gli Emigratis passavano in vantaggio per primi. Mostravano intesa e buoni schemi di triangolazione ben guidati da Politi senior ma anche la mancanza di un bomber.

Gli indigeni apparentemente più jazz vivevano di rendita grazie alla classe di Panuccio, un Danny De Vito de “noartri” capace di seminare il panico nelle sue rapide incursioni oltre la metà campo per creare occasioni da goal al temibile Licopoli, con in difesa un efficace Startari e in porta uno strepitoso Rocco Fazzari artefice di parate da applauso.

Gli stanziali pareggiavano e passavano in vantaggio con due reti di Licopoli allungando poi con Panuccio.

 

Nel secondo tempo gli emigratis sostituivano il portiere facendo entrare Cutrì e davano il tutto per tutto accorciando prima e infine pareggiando con Politi e Lafortuna.

La partita finiva sul pari ma per poter assegnare ai vincitori il premio (un Cocomero di ragguardevole mole) si passava ai rigori che vedevano gli Emigratis andare a segno due volte vincendo gara e cocomero. Agli sconfitti un melone di consolazione.

Finale con baci, abbracci e selfie e dopo gara all’insegna della buona cucina con uno stratosferico buffet curato dalle associazioni della Casa della Partecipazione. Ottimo l’arbitraggio del Sindaco, a conferma della stoffa e dell’esperienza maturati da giovane sui campi di gara del dilettantismo calcistico.