A Siderno i tre punti vanno alla Saint Michel

225

La sfida tra Siderno e Saint Michel ha rappresentato uno degli incontri più interessanti dell’ultima giornata di campionato di Prima Categoria, uno scontro ad alta quota con le due squadre staccate da un solo punto pronte a sfidarsi per contendersi un piazzamento in zona playoff.
Da un lato il Siderno, un club storico calabrese che ha segnato per oltre un secolo lo scenario calcistico della Calabria con la sua lunga storia, dall’altra la Saint Michel, squadra che a Gioia Tauro da sei anni orsono ha cercato per mano del suo presidente Don Gaudioso Mercuri di promuovere un ambizioso progetto di Fede e Sport partendo dai campi di Terza Categoria per lanciare un messaggio cristiano volto al rispetto, alla legalità, all’integrazione sociale che nelle stagioni disputate finora ha dimostrato di poter ottenere ottimi risultati sportivi nonostante il legame ad un progetto educativo.
Per questo motivo quando una società in crescita come la Saint Michel va a confrontarsi con delle realtà calcistiche che molto hanno da raccontare nel panorama sportivo della nostra regione cerca al meglio di trarre spunti positivi per la propria crescita sportiva da legare poi al proprio progetto cristiano.

La stagione calcistica di Prima Categoria attualmente in corso è davvero entusiasmante in quanto le compagini sportive presenti nel girone ricordano quei vecchi ed affascinanti campionati di categorie nettamente superiori che hanno regalato spettacolo e agonismo nei decenni passati.
Per tali ragioni, Siderno – Saint Michel rappresentava una sfida con un fascino particolare per la compagine pianigiana, la squadra guidata da Mr. Cambrea era cosciente di dover dare il massimo in questa occasione e ha fatto di tutto per non deludere le aspettative.

La partita iniziata sin da subito con lo spirito giusto da parte dei gioiesi ha dato modo di prevalere sul Siderno, rendendosi più volte pericolosi di fronte alla porta avversaria e trovando il gol del vantaggio nei primi 20 minuti iniziali con Cambrea. Partita che è stata giocata ad una porta sola con i locali del Siderno che trovavano il pareggio momentaneo al 5′ della ripresa su calcio piazzato ma sul finale è stato Crocco servito da Alessio Mercurio a regalare la vittoria per la squadra ospite, vittoria che poteva essere anche con uno scarto di gol maggiori viste le occasioni create dalla Saint Michel non andate a segno. I gioiesi prima del vantaggio avevano sfiorato ben due volte il gol con due tiri ravvicinati che sono stati scaricati sul portiere il quale con la complicità di un po’ di fortuna ha salvato la propria porta.

Dopo la rete dell’ 1-0 il Siderno rimane in 10 per eccesso di proteste ai danni dell’arbitro Farina la quale estrae il rosso ai danni del capitano.
Partita che da quel momento scade sul nervosismo all’interno del terreno di gioco e sulle gradinate, non mancano i colpi proibiti e le provocazioni provenienti dalla tribuna che creano un malcontento della squadra ospite; per tali situazioni a fine primo tempo il difensore dei gioiesi Camará in preda all’amarezza per quanto successo abbandona il campo anzitempo ricevendo il rosso che riporta l’equilibrio numerico in campo.
La Saint Michel ad inizio secondo tempo deve fare a meno del proprio attaccante Palacios, il quale aveva seminato il panico nell’area avversaria per buona parte del primo tempo, lo stesso infatti a causa di un duro colpo si è visto costretto a dare forfait terminando così la gara con una doccia anticipata.

Il secondo tempo inizia con un ritmo di gara meno intenso e vede i locali segnare l’1-1 da calcio piazzato, unico tiro arrivato all’indirizzo del portiere Palumbo il quale fino al momento e per il restante tempo della partita è rimasto spettatore della gara.
Così dopo aver incassato il colpo la Saint Michel attraversa un momento di difficoltà a riproporsi sotto porta nonostante il continuo possesso di palla e il gioco riversato nettamente dentro la metà campo del Siderno il quale subisce il gioco avversario senza mai essere propositivo in attaco.
Con lo scorrere del cronometro e con un pareggio che sta stretto ai gioiesi Mr. Cambrea opta per i cambi a sua disposizione, cambi che si sono dimostrati risolutivi al fine del risultato, infatti all’ 84′ Alessio Mercurio appena entrato in campo riceve sulla fascia destra una palla all’altezza di metà campo, lo stesso prosegue la corsa lungo linea e resiste al pressing avversario mettendo al centro un cross teso per Crocco che da pochi passi dalla linea gonfia la rete per il sorpasso ospite.

Vittoria più che meritata per la Saint Michel che scavalca il Siderno fermo a 13pt e raggiungendo il Pro Pellaro terzo a quota 15.
La squadra gioiese affermatasi adesso come protagonista di questo inizio stagione esce a testa alta da Siderno con la consapevolezza delle proprie potenzialità, sebbene la vittoria sia arrivata con una sola rete di scarto è innegabile la supremazia espressa sul campo che non lascia dubbi sulla meritata conquista dei 3 punti.
Archiviato il capitolo Siderno adesso si guarda avanti, il prossimo turno si avvicina e l’avversario da incontrare sarà la capolista Deliese che in sette giornate vanta bottino pieno e rappresenta uno scoglio insormontabile per tutte le squadre del torneo.

Area Comunicazione Saint Michel