Antonio Carbone alla Deliese per traguardi importanti, ecco l’intervista

547

Uno dei punti fermi della Deliese guidata da Ciccio Api, è il bomber Domenico Antonio Carbone, per tutti Antonio, il quale ha già collezionato tre reti nelle prime quattro partite del campionato di Prima Categoria. Antonio non è una punta centrale, predilige partire da lontano fornendo molto spesso assist ai propri compagni, ma in tutti i campionati dove ha giocato è sempre riuscito a segnare tante reti, andando sempre in doppia cifra.

Ventisettenne nativo di Scido, piccolo centro a pochi chilometri da Delianuova, cresce calcisticamente nella Interpalmi, per poi passare in Promozione con la Mamerto-Tresilicese. Dopo tre anni ancora in Promozione con la Palmese, prima di passare in Prima Categoria a Delianuova dove vince la Coppa Calabria e vede sfumare la Promozione nella finalissima play-off contro il Filogaso. L’anno successivo approda a Cittanova in Prima Categoria, dove grazie ai suoi gol ed a quelli del compianto Ciccio Zerbi, vince il campionato. Nuovo ritorno in Promozione alla Deliese guidato da Graziano Nocera dove nel secondo anno di permanenza, il cammino per andare in Eccellenza si blocca nei play-off persi a Soriano, prima di andare per un anno a Laureana.

Da Rosarno arriva l’anno dopo la chiamata di Peppe Perna con il quale vince il campionato e approda in Promozione dove rimane prima della nuova chiamata da parte della Deliese lo scorso anno. A Delianuova si ritrova a giocare nuovamente con Pantano, Stillitano e soprattutto con Corrao, con il quale insieme a Catalano, formano un tris di attaccanti molto temuti da tutte le difese.

“Abbiamo un’ottima rosa ed un ottimo tecnico – spiega Carbone –  con una società molta attenta e vicina alla squadra ed il gruppo è molto unito. Il mio obiettivo di questa stagione è quello di migliorare il campionato dello scorso anno, visto come sono attrezzate le squadre non sarà facile ma noi siamo convinti delle nostre possibilità. La Cinquefrondese è tra le squadre più temibili, abbiamo perso in casa loro anche se meritavamo un risultato diverso. Gli anni che ricordo con particolarità sono quelli passati a Rosarno dove mi sono trovato molto bene con tutti i compagni e con il tecnico Peppe Perna, mentre è difficile dire quale sia stato il gol più bello. Speriamo – conclude Carbone – di ritornare presto a giocare, per poterci divertire e, soprattutto, per raggiungere i traguardi che ci siamo prefissati”.

CONDIVIDI