La Saint Michel fa tris, piegata anche la Bovese

195

Continua la cavalcata trionfale della Saint Michel. La formazione gioiese del tecnico Mammoliti inanella un tris di vittorie che conferma il buon periodo che sta attraversando e,  dopo quelle con San Roberto Fiumara e Cinquefrondese, con la vittoria sulla Bovese per 2-0  conferma di essere tra le contendenti al salto di categoria.

Quella giocata nell’anticipo di sabato per la Saint Michel è stata una prova decisiva contro un avversario che nonostante la posizione di mezza classifica è di fatto un avversario ostico per qualsiasi squadra di questo campionato, fatta di giocatori e nomi che hanno lasciato il segno già nella scorsa stagione.
La partita come pronosticabile è iniziata in pieno equilibrio tra le due contendenti con diverse azioni in profondità che non impensieriscono però entrambi i portieri. Bisogna arrivare al minuto 27 per segnalare la prima conclusione insidiosa creata dai padroni di casa con Crucitta che appoggia all’indietro su Alessio Mercurio il quale da fuori area sferra un tiro che di poco sorvola la traversa. Passa un solo minuto ed è Genoese di testa ad impegnare Larizza in una parata che salva la propria porta. Sembra mettersi bene la partita per i padroni di casa nonostante qualche affaccio nella propria aria della Bovese ma al 35′ minuto su un incursione in area l’attaccante Crucitti si infortuna costretto a lasciare il terreno di gioco con largo anticipo lasciando posto a Mongiardo, una tegola pesante per mister Mammoliti che deve rinunciare ad una pedina importante della propria formazione.

Il primo tempo si conclude con un nulla di fatto, nonostante il possesso palla a favore dei padroni di casa gli ospiti della Bovese hanno dimostrato di saper tenere bene il campo e di non volersi concedere al proprio avversario. Al rientro in campo il tecnico della Saint Michel effettua un ulteriore cambio, esce Spirlì reduce di problemi al ginocchio ed entra il nuovo acquisto Centenari, la formazione di casa nonostante le modifiche al proprio assetto sembra aver cambiato atteggiamento in campo e si fa subito pericolosa al 50′ con De Leo che centra in pieno la traversa. Occasione sfumata per festeggiare il gol che però non tarda ad arrivare, passano solo sette minuti ed al 12′ ci pensa Genoese a trafiggere di testa la rete di un incolpevole Larizza portando la propria squadra sull’1-0.

Reazione timida degli avversari che non trovano la forza di affondare un attacco concreto per trovare il pareggio e dopo qualche minuto, dove i padroni di casa avevano rallentato la propria azione offensiva, ritorna pericoloso al 26′ Mongiardo che fallisce il raddoppio. Si continua con le due formazioni che si allungano sul terreno di gioco, molti sono i lanci lunghi indirizzati ai rispettivi reparti offensivi che non trovano mai la giusta finalizzazione.

La Saint Michel si ritrova perciò con i 3 punti in mano che non vuole assolutamente perdere e sul finale al 42′ Abdelbaky riesce a lanciare Alessio Mercurio verso la porta avversaria il quale si ritrova solo davanti l’estremo difensore e con freddezza insacca in rete la rete del 2-0 che chiude definitivamente la partita.

Tre punti in cassaforte quindi per la Saint Michel che raggiunge quota 20 in classifica balzando momentaneamente in testa alla classifica superando la capolista Borgo Grecanico Melitese di un solo punto in attesa dei mach domenicali che andranno a definire le gerarchie tra le squadre. 3 punti che portano soddisfazione, entusiasmo e concretezza sui progetti della squadra di Don Gaudioso Mercuri che ufficializza il proprio ruolo da protagonista per il resto della stagione.