Palmese, contro il Nuovo Polistena è sfida d’altri tempi

220

Dopo l’1-0 inferto alla Pro Pellaro per la Palmese arriva la seconda sfida casalinga consecutiva contro il Nuovo Polistena. Sfida che si giocherà nell’anticipo di sabato 2 aprile in vista della finale di Coppa Calabria tra la stessa Palmese e il Real Montalto.

All’andata, sul campo neutro di San Giorgio Morgeto, finì 0-2 per i neroverdi che non ebbero particolari difficoltà nell’avere la meglio su una squadra battagliera ma fin troppo vulnerabile. Squadra che giornata dopo giornata ha avuto piccoli ma significativi margini di miglioramento, tant’è che è in piena lotta per la salvezza, ma per uscire indenne dalla difficile trasferta alle pendici del monte Sant’Elia contro una Palmese che in casa ha sempre vinto servirà l‘impresa. L’incrocio contro i rossoverdi a Palmi ha tanti precedenti nei vari campionati regionali ma a spiccare su tutti è l’unico incrocio in un torneo di Serie D giocatosi nel lontano 1967-68 (nella foto un fermo immagine della partita) con i neroverdi a imporsi 4-0 (reti di: Raise, Stellone, Savoia e Nocera) in un Giuseppe Lopresti che fece registrare un pubblico numerosissimo. I presenti erano, infatti, 4.000 circa. Un migliaio dei quali giunti da Polistena.

Ad arbitrare la partita tra Palmese e Nuovo Polistena sarà Meduri di Reggio Calabria.