Palmese, dopo l’addio di Caputo arriva il forte numero uno Licastro

359

La Palmese, dopo aver salutato lo storico portiere Carmine Caputo accasatosi al Gioiosa Ionica, da pochi giorni ha un nuovo guardiano a difesa dei pali; Mattia Licastro.

Nato a Delianuova ventisei anni orsono, Licastro è cresciuto nelle giovanili della Reggina approdando nel 2014-15 al Bisceglie in Serie D. Con i pugliesi, che a fine campionato centreranno il quarto posto (alle spalle di Potenza, Taranto e Fidelis Andria promossa in Lega Pro), vi rimane una sola stagione collezionando una ventina di presenze e nel successivo quadriennio ritorna a vestire la casacca amaranto prima in Serie D, distinguendosi spesso come tra i migliori in campo e come para-rigori, e poi, pur mettendo insieme solo qualche presenza (non era certo facile scalzare i titolari: Sala, ex Ternana, Cucchietti, scuola Torino, e Confente ex Chievo Verona), in Lega Pro e in Serie C. Nella stagione 2019-20 approda alla Palmese in Serie D difendendo la porta dei neroverdi da vero numero uno, nello 0-0 colto contro il Palermo viene schierato da Antonio Venuto nell’undici di partenza, ma la sua avventura alle pendici del monte Sant’Elia si conclude nel dicembre del 2019. Dopo l’avventura a Palmi ritorna a vestire i colori neroverdi ma del Chieti e lo fa nel febbraio del 2020. Con i teatini scende in campo poche volte (l’allenatore Alessandro Lucarelli gli preferisce un under) e a fine stagione la sua permanenza in terra abruzzese giunge al capolinea. Abruzzesi che, oltre a Licastro, saluteranno anche la Serie D. Salutato il Chieti Licastro (anche a causa del fermo di buona parte dei campionati) rimane al palo per più di un anno ma, dal settembre del 2021, ritorna a indossare i guantoni ritrovando una Palmese che si affiderà alla sua esperienza e alla sua bravura per recitare un ruolo da protagonista in una Prima Categoria che dovrà essere il punto di partenza verso traguardi ben più ambiziosi.

CONDIVIDI