Prima Categoria, la situazione delle reggine

413

Con gli organici e i gironi di Eccellenza e Promozione che, probabilmente, verranno resi noti dopo il consiglio direttivo della Lnd Calabria in programma domani, inizia a stringersi il cerchio anche per quanto attiene la Prima Categoria.

Alcune situazioni appaiono già delineate: il Monasterace ad esempio dovrebbe ottenere, come vincente dei playoff del girone C dello scorso anno, il salto in Promozione. Altra squadra che ha presentato domanda di ripescaggio è l’Archi: se la giocherà per un solo posto con altre cinque contendenti. Qualora non dovesse farcela ripartirà dalla Prima Categoria.

Campionato, quest’ultimo, che vedrà sicuramente ai nastri di partenza Bianco, Bovese, Bivongi, Borgo Grecanico, Caulonia, Cinquefrondese, Deliese, Fortitudo Reggio, Rosarno, Saint Michel, San Roberto Fiumara e Scillese. Gran parte di queste hanno già annunciato colpi di mercato candidandosi anche al ruolo di protagoniste.

Nessuna notizia ufficiale in merito al Palizzi che comunque dovrebbe presentarsi ai nastri di partenza, mentre permangono dubbi relativamente ad Aurora Reggio e Pro Pellaro. Nel caso di questi ultimi è ancora sotto gli occhi di tutti la lettera dell’ex presidente D’Aleo (leggi qui) che a inizio luglio aveva messo in evidenza alcune problematiche. Destinato a spegnersi invece il titolo dell’Atletico Melicucco con la società confluita nel Melicucco che disputerà la Promozione.

Da valutare infine gli eventuali ripescaggi dalla Seconda Categoria, con San Gaetano Catanoso (retrocessa tramite playout) e Lazzaro (appena fuori dai playoff) alla finestra. Certamente non produrranno richiesta la Ludos Vecchia Miniera (confluita nel Ravagnese in Promozione) ed il Real (la cui Seconda è in forte dubbio).