Saint Michel, sabato contro la Scillese si cerca il guizzo per scalare la classifica

128
Capolista per una notte…

Nell’anticipo di questo sabato 19 ottobre 2019 in campo per una sorta di testacoda della classifica andrà in scena al Lo Presti di Palmi il mach tra Saint Michel e Scillese.

Le due squadre si trovano al momento sui due lati opposti della classifica. La Saint Michel vanta dalla sua 8 punti conquistati in 2 vittorie e 2 pareggi, ancora imbattuta nel campionato, mentre la Scillese reduce da quattro sconfitte consecutive giace in fondo alla classifica a quota zero.

Una bella sfida quella in gioco sul sintetico di Palmi che vede le due compagini sfidarsi con due obiettivi ben diversi ma che daranno vita ad un incontro senza validi pronostici viste anche le sole quattro giornate giocate e la classifica cortissima che non danno ancora punti di riferimento sulle potenzialità delle squadre. La Scillese quindi andrà a caccia dei tre punti per scrollarsi di dosso uno zero che non rappresenta sicuramente le aspettative della propria società, la Saint Michel invece a quota 8 punti, a sole due lunghezze dalla capolista Bovese, grazie all’anticipo di sabato, in caso di vittoria, raggiungerebbe gli 11 punti che la proietterebbero, anche se solo per 24 ore, in testa alla classifica.

Occhi puntati quindi all’altra sfida interessante da seguire domenica, Bovese – Borgo Grecanico: le due squadre, rispettivamente al primo e terzo posto, infatti, in base al risultato finale offrirebbero una serie di combinazioni che permetterebbero alla Saint Michel di portarsi in scia sulla corsia di sorpasso.

Ma tornando alla sfida di sabato e lasciando i calcoli matematici ai chiacchericci da bar, sicuramente, come già preannunciato dalla società pianigiana, sarà una partita tutt’altro che scontata. Il tecnico Mammoliti ed il suo staff infatti, alla luce delle ultime due gare contro Palizzi e Fortitudo dove sono stati registrati 2 pareggi in rimonta per 1-1, sta cercando di preparare una partita al meglio per far uscire fuori le qualità della propria squadra. La Saint Michel, come visto nelle prime due giornate contro Deliese e Rosarno dove ha registrato ben vittorie consecutive, è una squadra che predilige il gioco palla, con un organico di spessore che offre giocate spettacolari, ma soprattutto domina all’interno della metà campo avversaria. D’altro canto però nelle ultime due partite ha sofferto le condizioni di “non gioco” degli avversari che, puntando al fatto di non subire gol, hanno offerto un gioco di qualità inferiore chiudendosi nella propria metà campo e cercando di non incassare il gol. Proprio questo fin ora è stato un elemento che ha messo in crisi l’attacco bianco-oro il quale è nato per giocare a ben altri ritmi, per sfidare le squadre a testa alta e non per ritrovarsi un catenaccio difronte la rete.

La sfida di andata dello scorso anno giocata il 6 dicembre 2019 ha visto la Saint Michel  vincere 1-0 ad opera di Mongiardo, pedina importante per l’intera stagione passata, infatti il giocatore, che da difensore ha preso il posto dello sfortunato Sacco in attacco, si è rivelato l’asso nella manica di Mammoliti realizzando l’eccellente media di un gol a partita. Proprio Mongiardo, risolutore di innumerevoli partite, quest’anno deve ancora dire la sua a causa dell’operazione subita nel precampionato, giocando poco più di 45 minuti sui 360 trascorsi.

Spetta quindi a Fiorino, Crucitta e company il compito di puntare il mirino verso la rete avversaria con l’intento di conquistare i 3 punti per riportare la Saint Michel alla vittoria ma soprattutto assaporare il posto di capolista anche se solo per una notte.

CONDIVIDI