San Gaetano, grande rimonta al fotofinish col San Roberto

163
Riceviamo e pubblichiamo

Bocale – Grandi emozioni ieri pomeriggio al Campoli, per questa quarta giornata di campionato.
Sotto di tre gol alla fine della prima frazione di gioco, il San Gaetano riesce a trovare il bandolo della matassa e raddrizzare le sorti della gara in un finale al cardiopalma.
Primi quindici minuti in cui gli ospiti dettano i tempi di gioco, ma a sfiorare il vantaggio sono i padroni di casa con Modafferi che, servito da un bell’assist di Zaffino, calcia dal limite mandando la palla di poco sopra la traversa.
Al 21° il San Roberto passa in vantaggio; Porpiglia riceve palla all’altezza del limite dell’area e calcia in porta beffando un Berikashvili poco attento in questa circostanza.
Al 34° arriva il raddoppio per gli ospiti, grazie ad un “tacco” di Catalano in area che trova ancora impreparato l’estremo difensore dei padroni di casa.

Il San Gaetano cerca di reagire al doppio svantaggio, ma viene ancora punito su una ripartenza del San Roberto; Palamara recupera palla nella sua metà campo e lancia Catalano in fuga solitaria che realizza la terza rete battendo Berikashvili in uscita.
La partita sembra definitivamente chiusa già alla fine del primo tempo e la ripresa per il San Gaetano si prospetta decisamente ardua e tutta in salita.

Si riparte e al 1° di gioco i padroni di casa accorciano con Caridi, bravo a concretizzare dopo un batti e ribatti in area ospite. Il gol della speranza sembra rinvigorire i ragazzi di mister Falduto che al 15°, però, si complicano ancora la vita rimanendo in dieci uomini; secondo giallo per La Cava e conseguente rosso per il centrocampista che raggiunge anzitempo gli spogliatoi. Piove sul bagnato, ma nonostante questo e l’inferiorità numerica il San Gaetano si fa sentire.
Al 25°, alla fine di una bella azione combinata in attacco, Modafferi si trova solo davanti a Crupi ma calcia male divorando la rete che avrebbe riaperto la partita.
L’attaccante ci riprova ancora al 37° in piena area avversaria e stavolta, cinico e preciso, il suo tocco spiazza nettamente Crupi per la rete del 2 a 3.
Gara riaperta, dunque, e adrenalina che aumenta sempre di più con un finale di gara incandescente e sconsigliato ai deboli di cuore.

Sono nove i minuti di recupero che il sig. Mancuso di Cosenza concede sia per le sostituzioni che per le tante interruzioni di gioco.
Siamo al 52° e ancora Modafferi viene servito in area di rigore ma Crupi, con un intervento scomposto, gli rovina addosso e per il direttore di gara non ci sono dubbi nel decretare il calcio di rigore.
Sarà lo stesso Modafferi a voler battere dagli undici metri e realizzare la rete del definitivo pareggio. (Modafferi nel contrasto si fa male al setto nasale e a fine gara, precauzionalmente, verrà accompagnato al pronto soccorso per gli accertamenti del caso).

Il San Gaetano compie l’impresa grazie a tanto cuore e carattere, ma mister Falduto sa che dovrà ancora lavorare molto per cercare di migliorare alcuni aspetti tattici.