Scillese, ESCLUSIVA intervista a Domenico Bagalà

1229

Sciolta ogni riserva per l’AC Scillese: continua il rapporto tra la Società ed il suo Team Manager Domenico Bagalà.

Nonostante sia stato tentato da varie proposte di altri team, Bagalà ha voluto fortemente sposare il progetto Scillese.

Ai nostri microfoni, l’esperto di mercato della provincia reggina ha esposto i suoi progetti e le sue ambizioni.

Direttore, come si appresta a vivere questo secondo anno alla Scillese? Che programmi avete?

Sono contento perché, se la Società mi ha riconfermato, vuol dire che l’anno scorso abbiamo fatto bene, nonostante non siamo riusciti a raggiungere un obbiettivo importante quale è il salto di categoria. Inizialmente la Società aveva richiesto di fare i play-off e ci siamo posizionati al terzo posto, nonostante una partenza a rilento: nelle prime sette partite 5 punti, ma poi siamo riusciti a fare una grandissima cavalcata e ad arrivare a fare i play-off. Con un pochettino di fortuna in più avremmo potuto ottenere anche maggiori successi nel campionato. 

La Società quest’anno mi ha dato in mano una sfida: ho deciso di accettarla perché conosco l’ambiente, in cui si può lavorare tranquilli. Cercheremo di fare un buon campionato, arrivando il più presto possibile alla salvezza, e poi nel corso del campionato potremo dare anche risposte un po’ più importanti. Quest’anno il budget è diminuito, però la sfida è più appetitosa.

Cosa potrà portare a questa squadra il nuovo allenatore?

Con il nuovo mister non ho ancora mai lavorato. Sinceramente lo conosco poco, però tutti ne parlano bene. Ho visto qualche allenamento l’anno scorso, quando il mister allenava la Terza Categoria e anche noi avevamo l’allenamento. Ho visto una persona molto preparata e cercheremo di dargli la possibilità di esprimersi al meglio.

Ci saranno novità nell’organico oltre quelle già annunciate? Dove intendete rinforzarvi?

Ci sono delle novità nell’organico, sicuramente con le ottime conferme che abbiamo già ufficializzato e con alcune sulle quali stiamo lavorando ancora. Una base importante c’è. Ciò anche grazie al buon lavoro che ha fatto il mister Fabio Crupi la scorsa stagione. Con Fabio si può fare calcio. Peccato che le strade si siano divise, ma non si sa mai quello che potrebbe succedere nel futuro. Per quanto riguarda anche i giocatori stiamo cercando di trovare per ogni reparto, fuori quota.. Penso che dopo Ferragosto saremo per l’80% al completo. Bisogna stare attenti alla finestra: guardare qualche giocatore scontento delle prime uscite anche di Promozione e Prima Categoria, e stare lì come un avvoltoio a beccarlo subito.

Quali squadre possono essere le favorite nel prossimo campionato di Prima Categoria?

Beh io metto in primis il San Giorgio: vedendo la rosa che viene costruita, sicuramente farà un buonissimo campionato. Ma anche il Ravagnese, che sta prendendo molti giocatori, la Deliese, il Pellaro, il Rosarno. Sarà un bellissimo campionato. Spero che il Bianco sia ancora protagonista in questa stagione e poi ci sarà sicuramente qualche sorpresa, che potrebbe essere il Real Gioia e la Saint Michel. Alla fine, di quelle favorite, esce sempre una sorpresa che darà la sua parola al campionato.

 

redazione@rcsport.it

 

CONDIVIDI