Tegano riagguanta il Ravagnese, pari nel derby reggino

38

Finisce con un pareggio sostanzialmente giusto il derby reggino della quarta giornata di Prima Categoria tra Ravagnese e Archi. Due squadre che si sono affrontate a viso aperto regalando, almeno per un’ora, un grande spettacolo. Nonostante un terreno di gioco in condizioni non ottimali per via di diversi avvallamenti che in più di una circostanza hanno condizionato le giocate degli elementi maggiormente qualitativi delle due squadre, le due compagini si sono date battaglia in una gara maschia ma corretta.

L’avvio sembrava di marca ospite con Pangallo, Geria, Tegano e D’Ascola che tenevano costantemente sotto scacco la retroguardia dei padroni di casa. Ma la formazione di Api, dall’alto della sua esperienza, ha saputo tenere botta trovando anche il vantaggio grazie ad un calcio di rigore realizzato da Norberto Petronio. Il gol ha stordito la squadra di Scevola che però ha avuto la forza di reagire e dopo aver rischiato in un paio di occasioni il colpo del ko ha trovato il pareggio con un bolide del volenteroso Tegano.

Una girandola di emozioni che è continuato e che ha messo in condizioni ambedue gli undici di passare in vantaggio. Va segnalato tuttavia il clamoroso errore di Petronio il quale, sfruttando una topica del portiere Capone, si è ritrovato clamorosamente tutto solo con la porta completamente sguarnita calciando incredibilmente a lato per la disperazione dei tantissimi tifosi occorsi nell’impianto ravagnese. Nella ripresa dopo un buon avvio di marca ospite il livello del match, complice anche la stanchezza, cala. E le due squadre chiudono la contesa con un pari tutto sommato giusto.

CONDIVIDI