Verso San Gaetano-Catona, la parola ai due tecnici

131

Dopo la lunga pausa che ha costretto a casa le società dilettantistiche reggine ed i tifosi, domani le squadre di Prima Categoria scenderanno finalmente in campo per un assaggio di quella che sarà la nuova stagione. San Gaetano Catanoso e Catona si affronteranno per la prima di Coppa Calabria in una gara che darà sicuramente modo ai rispettivi tecnici di verificare lo stato di salute dei propri uomini.

Nino Falduto, tecnico del San Gaetano Catanoso, fa un bilancio precampionato. “Si riprende e abbiamo cercato di fare una squadra diversa dagli anni precedenti, prendendo qualche giocatore anche di categorie superiori. Sono contento della rosa che ho a disposizione, anche se purtroppo domani ci sarà qualche mancanza. In linea di massima il presidente e tutta la società hanno allestito una squadra competitiva, anche se sarà il campo a parlare. Nel nostro girone ci sono squadre come Deliese e Pellaro che sicuramente hanno fatto buoni innesti e che ovviamente lotteranno, come noi, per i primi posti. Adesso affrontiamo il Catona in Coppa, una squadra neo promossa, che si affaccia per il primo anno in Prima Categoria. Prendiamo questa partita per vedere dove sono eventuali difetti, in vista della prima di campionato contro il Pellaro, proveremo a fare dei test per vedere dove abbiamo carenze. Ovviamente rispettiamo il Catona e cercheremo di fare una buona partita, portando magari a casa una vittoria, perché vincere è sempre importante.

Alla vigilia dell’esordio stagionale le impressioni del tecnico Fortugno
“Sarà un campionato duro ed incerto fino alla fine. Ritengo, almeno sulla carta, che sarà un campionato spezzato in due tronconi, da una parte le sei/otto squadre che dichiaratamente partono per vincere o quantomeno entrare nei play off che, in ordine sparso sono: Deliese, San Gaetano, Cinquefrondi, Pellaro, Bovese, Rosarno, Bianco e Saint Michel, e dall’altro il resto delle squadre, tra le quali noi, che lotteranno fino alla fine per una permanenza nella categoria, salvo sorprese che ogni anno ci sono. Sabato sarà per noi un test importante contro una delle squadre più attrezzate della categoria, il quale mi permetterà di capire quanto in questo precampionato siamo cresciuti e se siamo sullla strada giusta per poter raggiungere il nostro obiettivo che, da matricola esordiente nel campionato di Prima Categoria, è quello del mantenimento della stessa”.