Archi, tre punti decisivi per la salvezza contro il Borgo Grecanico

75

L’Archi incassa tre punti importanti per la salvezza nella gara contro il Borgo Grecanico e adesso l’aspetta un doppio turno esterno.

Sabato sfida derby contro il San Giorgio, una vittoria con dedica al patron Mimmo Tripodi,  a cui l’Archi augura una pronta e rapida guarigione. Con gli otto punti nelle ultime quattro gare, ci si allontana dalla “zona minata” della graduatoria. Moauro ancora decisivo, due gare due reti, l’argentino Mauricio Acosta sta sbalordendo tutti.

Peppe Verbaro ancora una volta ha indovinato tutto, provvidenziali i cambi: Roberto Nicolazzo importante anche se non ha segnato e il portiere Bagnato sempre decisivo. Che dire? Un ottimo Archi ma guai ad abbassare la guardia. Il Borgo Grecanico abile e tosto e ben allenato da Totò Cormaci, ha tutte le fiches per salvarsi. Si è rivisto Ciccio Marino poi uscito per infortunio, interessante l’attaccante Monterosso. Splendida e inappuntabile la direzione arbitrale di Navarino di Taurianova.

Per l’Archi decisivi gli scontri diretti  interni anche se fuori casa riesce a fare dei risultati inaspettati. Il pragmatico tecnico Peppe Verbaro sta lavorando bene, tiene sulla graticola tutti i giocatori, si è formato un buon gruppo. Dice lo “storico” dirigente Santo Minniti: “Abbiamo voglia, siamo compatti, raggiungeremo prima del previsto l’obiettivo salvezza”.

Essere concentrati e determinati nelle restanti 10 gare. Doppio turno esterno. Si inizia sabato prossimo ed è derby contro il lanciatissimo San Giorgio allenato da Gianni Minniti.