Duro comunicato da parte del Melicucco Calcio

1225

Riceviamo e pubblichiamo in maniera integrale, un duro comunicato della società Melicucco Calcio, riguardante la direzione di gara giocata domenica scorsa contro la Palmese e non solo.

«Domenica abbiamo subito una sconfitta in casa contro la Palmese, e perdere contro i neroverdi ci può stare perché è una squadra costruita per vincere il campionato. Quello che non ci può stare è il modo con il quale abbiamo perso, perché, al di là di qualche piccolo nostro errore, c’è stato sin dall’inizio della gara un arbitraggio a dir poco scandaloso! Ci siamo subito accorti che la terna arbitrale era contro di noi, quando già al 3’ minuto il nostro giocatore Aguì partito in contropiede si è visto sbarrata la strada da un avversario che non è stato nemmeno ammonito. Da considerare che Aguì, seppur defilato, aveva solo il portiere difronte. Altri “segnali” li abbiamo avuti nell’estrazione dei cartellini gialli, non considerando che sulla seconda rete della Palmese c’era un fallo sul nostro Fabio Mercuri e l’arbitro lo ha assegnato contro. La cosa più assurda è avvenuta nei minuti finali della partita, quando abbiamo segnato un gol regolarissimo e l’assistente ha chiamato un fuorigioco inesistente. MERITIAMO E VOGLIAMO RISPETTO! Non possiamo permettere ad un arbitro, palesemente in malafede, di bloccare in ben due occasioni importanti nostre ripartenze. Non possiamo permettere ad un arbitro palesemente in malafede di vanificare il nostro impegno, fisico ed economico, quotidiano. Anche domenica scorsa a Delianuova ci è stata annullata una rete validissima, fischiando non si sa che cosa (vedi video allegato). La nostra società fa enormi sacrifici per mantenere la squadra in Promozione, ma, se siamo scomodi, che ce lo dicano ed in caso ci metteremo da parte per dedicarci alle nostre famiglie, senza andare a “guastarci” le domeniche. A breve chiederemo spiegazioni ai vertici della Lega».


CONDIVIDI