L’Archi contro la Bagnarese in cerca di punti per la salvezza

60

Archiviata la trasferta di Capo Vaticano adesso l’Archi deve stringere e chiudere definitivamente i conti per la salvezza e, contro la Bagnarese, si gioca una buona fetta della sua stagione.

Diventa quindi fondamentale battere sabato prossimo al Lo Presti di Gallico la blasonata e pericolante Bagnarese (che tristezza vedere la formazione della costa viola in difficoltà), con la quale, all’andata, l’Archi subì una sconfitta. Peppe Verbaro chiede concentrazione e determinazione, in casa contro la Bagnarese, nel derby contro il San Gaetano e anche con la Cinquefrondese si devono fare più punti possibilii, 36 è la soglia salvezza. Archi con 28 punti, Bagnarese con 18.

La Bagnarese del presidente onorario Ramondino si gioca una buona fetta della sua tormentata stagione con gli “storici” Totò (57 anni) e Gianni Musumeci, già Bagnara che ha dato i “natali” a Benny Carbone, Peppe Bagnato, Elio Romeo, De Forte, già nella “mitica” Bagnarese di mister Masci in Serie D hanno giocato anche i catonesi Piero Reitano e Totò Napoli.

Che sia un derby soprattutto corretto, e anche se l’Archi parte favorito, i derby si sa che sfuggono a qualsiasi pronostico. Gianni D’Agostino e Acosta saranno ancora una volta determinanti?