L’Archi incontra il Gioiosa nella prima di campionato

202

Sfida reggina per la prima del campionato di Promozione, che vede affrontarsi la squadra del presidente Tripodi ed il Gioiosa al Comunale di Archi. I biancoazzurri metteranno in campo grinta ed entusiasmo per dare il via col piede giusto alla nuova stagione; la squadra jonica ha dalla sua la tecnica e l’esperienza che hanno contraddistinto l’ottimo campionato scorso e che puntano a mostrarsi come gli elementi di forza del nuovo campionato di Promozione biancorosso.

“In questo test – afferma il tecnico dell’Archi Salvatore Ripepi mi aspetto una buona prestazione dai miei ragazzi, contro una squadra che è stata costruita per fare bene, per raggiungere i vertici del campionato. Noi ce la metteremo tutta per raggiungere un risultato positivo, tenendo anche conto della nostra avversaria, una squadra importante. I molti innesti mi pare si stiano inserendo molto bene nel gruppo. Abbiamo rimediato due punti in Coppa Italia, maturando due pareggi prima con il Boca Nuova Melito e poi fuori casa con il Borgo Grecanico Melitese e mi ritengo abbastanza soddisfatto. Abbiamo esordito bene con il Boca, che è una blasonata di Eccellenza, ed i miei ragazzi sono stati bravi a mantenere il risultato. Nel secondo turno poi abbiamo affrontato la prima trasferta di stagione e abbiamo rimediato un punto grazie al rigore trasformato da D’Agostino, contro un Borgo che ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per disputare un buon campionato.
Ora testa alla gara di domani, che sarà sicuramente molto tosta, ma sono certo che insieme ai miei ragazzi scenderà in campo la grinta necessaria per portare a casa un buon risultato”.

Dal canto suo, l’allenatore della squadra jonica Santo Logozzo, “Sale l’adrenalina in vista della gara contro l’Archi e finalmente dopo sei mesi di stop forzato, si inizia a parlare di calcio, si torna a giocare e ricominciano le battaglie sui vari campi che, per chi crede nel calcio e per chi vive di calcio, sicuramente è mancato in questo periodo. Noi come squadra siamo un pochino rammaricati per tutto ciò che è successo lo scorso anno. Tutto è stato bloccato sul più bello, su quello che poteva essere e non è stato, sulle promesse che sono state fatte ma che nessuno ha mai mantenuto. Abbiamo il dente avvelenato. Dobbiamo e vogliamo rifarci contro tutto e contro tutti. Siamo carichi e abbiamo allestito una buona squadra confermando gran parte del gruppo dello scorso anno e prendendo qualche altro giocatore che ci mancava. Manca qualcosina che a giorni dovrebbe arrivare, giusto per completare l’organico, perché vogliamo fare bene. E’ vero però che ci sono un bel pò di squadre attrezzate dalla Gioiese, al Brancaleone, al Filogaso, lo stesso Sporting Catanzaro e a tutte le altre squadre che si sono rafforzate. Vedo un campionato più difficile rispetto allo scorso anno; non vedo grandi squadre in difficoltà, anche se al momento forse c’è la Bagnarese che è partita in ritardo, però per la sua storia e per il blasone sicuramente verrà fuori e sarà la solita squadra combattiva. Noi speriamo di essere protagonisti e di dare la gioia a chi ci da una mano, ai nostri tifosi, alla nostra società, ai calciatori stessi come pure allo staff tecnico. Domani andremo a giocare contro una squadra molto buona che, rispetto allo scorso anno si è rinforzata parecchio, proprio per evitare di soffrire. Sarà una gara difficile ma speriamo di portare punti a casa per iniziare bene la nuova stagione”.