Ludos Ravagnese-Parghelia, manca poco al fischio d’inizio

103

Al Longhi Bovetto di Reggio Calabria la terna arbitrale guidata da Gallella di Catanzaro decreterà l’inizio della nuova stagione per la Ludos Ravagnese. Una stagione che la squadra del tecnico Aquilino con il supporto del suo secondo Felice Cacurri punta a condurre con un ruolo apicale, forte anche dei nuovi arrivi che si sono inseriti su una rosa di spessore. Gli undici reggini sfideranno la matricola Parghelia, che dal canto suo non nasconde le proprie ambiziose intenzioni.

“Ci accingiamo a questo inizio di campionato con la prima partita in casa contro il Parghelia – spiega Enzo Verduci dirigente della Ludos Ravagnese – una neo promossa che ha vinto il campionato di Prima Categoria in un girone difficile come quello C, affrontando e avendo avuto la meglio su squadre di alto blasone come, tra le altre, il Capo Vaticano. Una squadra di tutto rispetto, dunque, di cui conosciamo alcuni validi elementi, una squadra che sicuramente per vincere il campionato avrà avuto l’organizzazione e la solidità per farlo. Da parte nostra – continua Verduci – abbiamo trascorso una settimana tranquilla, lavorando bene dopo la netta vittoria in Coppa Italia contro il San Giorgio, che ha dato un po’ di autostima ai ragazzi in quanto era  la prima uscita ufficiale. La squadra nell’occasione si è espressa bene, hanno esordito parecchi giovani e c’è stata la possibilità di vedere qualcuno all’opera più da vicino, in una partita che conta. Adesso la Coppa è già archiviata nel senso che la cosa più importante per la società, i ragazzi e lo staff tecnico è il campionato e quindi ci teniamo ad iniziare con il piglio giusto perché sappiamo che le nostre fortune dipendono soprattutto dalle partite casalinghe, infatti la testa dei ragazzi è già a questa gara con la massima concentrazione, con la certezza che ci impegneremo tutti, ognuno nel proprio ruolo, per raccogliere tante soddisfazioni”.

La voce della squadra ospite è quella di Michele Mondello, che oltre ad essere giocatore è anche il direttore sportivo del Parghelia, “Per una serie di motivi siamo partiti in notevole ritardo per la costruzione della rosa, ma pur perdendo per strada alcuni elementi molto importanti che ci hanno accompagnato lo scorso anno, pensiamo di avere una squadra pronta a lottare su ogni campo. La volontà è quella di mantenere la categoria e di divertisi togliendosi se possibile qualche soddisfazione”.

CONDIVIDI