Numeri e curiosità sul torneo di Promozione

175

Rinviata  per impraticabilità di campo la gara di playout Vallata del Torbido S. Gaetano Catanoso, la stessa è stata riprogrammata per domenica prossima a Mammola, con in palio la permanenza nel torneo di Promozione.

La Gioiese,  in attesa dello spareggio di domenica 29, guarda con interesse alla serie D ed al girone A di Promozione, che vedrà scattare domenica i playoff, con in programma Amantea-Cassano e V.E. Rende-Rossanese. Sarà una di queste 4 l’avversaria dei viola nella gara che si giocherà in campo neutro.

Archiviata la fase regolare del campionato, ne approfittiamo per dare un’occhiata ai numeri ed alle curiosità, relativi al torneo di Promozione, conclusosi domenica 1 Maggio.

Sono Brancaleone e Gioiese ad aver vinto più gare di tutti, 22 su 30 (la Gioiese ne ha vinta una in più sul campo, poi ribaltata dal giudice sportivo), la Bagnarese quella che ha vinto di meno, con appena 5 successi. Il Brancaleone ha vinto ben 12 volte tra le mura amiche, seguito dalla Gioiese con 11. Il S. Gaetano in casa ha vinto solo 4 gare su 15. E’ il Brancaleone l’unica squadra che ha chiuso il torneo senza sconfitte tra le mura amiche, mentre la Rombiolese in casa ne ha perse 9 su 15.

In trasferta è la Gioiese ad aver vinto più partite (11 su 15) mentre la Bagnarese è l’unica squadra a non aver mai vinto. La Gioiese ha perso meno di tutte in esterno ( solo una volta) mentre la Bagnarese ha perso 14 delle 15 partite in trasferta.

E’ del Brancaleone il miglior attacco del torneo con ben 67 reti realizzate, seguito dalla Gioiese con 65 (sul campo ne ha fatte 68). E’ della Gioiese la miglior difesa, con solo 19 reti al passivo.

La Rombiolese è la squadra che ha impiegato più calciatori (ben 51), seguita dalla Gioiese con 44 e dal Caraffa con 43. Il S. Giorgio quello che ne ha impiegati di meno, appena 28. Gli unici atleti del campionato ad aver disputato tutte le partite sono Modafferi del S. Gaetano Catanoso e Gonzalo Irastorza del Borgo Grecanico.

Il bomber principe del torneo è stato Giglio del Catanzaro Lido, che ha realizzato ben 28 reti (6 su rigore), seguito a quota 15 da Passafaro del Caraffa (2 rigori) e Gianni Galletta del Brancaleone (5 rigori), quindi a 14 gol Spanò (Gioiese), 13 D’Agostino (Archi), 12 Mesiti (Vallata del Torbido).

Unica squadra ad aver mandato ben 3 calciatori in doppia cifra è la Gioiese con Spanò (14), Stefanazzi (11) e Sanchez (10 gol).

E’ del Ravagnese il primato di calciatori andati a segno, ben 19 sui 42 utilizzati, mentre l’Africo ne ha mandati a segno soltanto 9.

La squadra più disciplinata è stata il Brancaleone con una sola espulsione (Simone Galletta), mentre la Bagnarese ha collezionato ben 13 cartellini rossi.

Il Brancaleone è la squadra che ha avuto più rigori a favore, 10, di cui 8 realizzati, mentre il S. Gaetano Catanoso ha dovuto attendere la penultima giornata per avere assegnato un penalty, realizzato nella gara finita sull’1-1 contro l’Africo.

La Gioiese è la squadra che ha avuto meno rigori assegnati contro, soltanto uno, nella gara di andata vinta contro il Brancaleone per 2-1, e nella circostanza Gianni Galletta fallì il tiro dagli undici metri. Ben 10 invece i penalty assegnati contro la Vallata del Torbido, di cui 8 realizzati.

Infine, da registrare la miglior serie utile che è quella del Brancaleone, che dura dalla decima giornata di andata (Gioiese-Brancaleone 2-1), pertanto la capolista ha chiuso il torneo con 20 risultati utili consecutivi, segue la Gioiese, che ha chiuso la stagione regolare con una serie utile di 16 gare (ultima sconfitta alla penultima di andata nel confronto casalingo col S. Giorgio disputato a Palmi).