Villa San Giovanni rimane senza calcio, il pensiero di Romeo

405

In una provincia dove lo sport ed in particolare il calcio è molto seguito, Villa San Giovanni purtroppo non ha la possibilità di fare calcio in quanto è senza terreno di gioco, perchè il Santoro presenta delle problematiche burocratiche che lo rendono inagibile. Questo problema, già riscontrato la scorsa stagione, ha reso impossibile l’iscrizione della Villese Academy (unica realtà calcistica), la quale avrebbe avuto la possibilità di partecipare al campionato di Promozione e, pertanto, Villa rimane senza calcio.

Lo scorso anno la Villese Academy, dopo la fusione con il Villa San Giovanni City, era partita con Antonio Romeo, responsabile della prima squadra, allenatore giovane al suo debutto in Promozione, il quale esterna il suo pensiero sulla situazione sportiva della cittadina reggina.

Nel territorio di Villa San Giovanni, purtroppo, questa, calcisticamente parlando è un’estate strana, in quanto la squadra principale non si è iscritta al campionato. I problemi degli ultimi anni riscontrati dalle società che si sono succedute erano evidenti, ma non avrei mai pensato ad un epilogo del genere! All’inizio della scorsa stagione ho avuto il piacere di allenare la gloriosa Villese, anche se per troppo poco tempo, e quando si andava in giro per i campi si sentiva il rispetto che quel nome provocava negli avversari. Sono davvero rammaricato per questo epilogo.

Si era prospettata la possibilità di formare nuovamente il Villa San Giovanni City proprio per non far scomparire il calcio in città, ma purtroppo è tramontata anche questa possibilità! C’è rammarico in città, ma sono sicuro che presto o tardi il calcio a Villa tornerà ai fasti di un tempo, perché in giro per le strade ci sono tantissimi ragazzi e ragazzini vogliosi di calcio e tanti possibili dirigenti vogliosi di fare calcio e soprattutto perché Villa San Giovanni non può stare a guardare, la storia lo impone!
Per quanto mi riguarda, qualche contatto nei giorni scorsi con qualche società c’è stato, ma la mia priorità era Villa poiché tanti ragazzi me lo chiedevano ma adesso vediamo quale sfida si prospetta…staremo a vedere!