29 giugno 1930… l’Ambrosiana batte la Juventus e vince il terzo tricolore

37

Al termine della stagione 1929-30 l’Ambrosiana, facendo suo il terzo tricolore, superò, per la seconda e ultima volta nella sua storia, la Juventus in fatto di titoli nazionali conquistati, agganciando il Milan il cui terzo successo lo ottenne nel 1907. Ben più distante era, invece, il Genova (primo con 9 Scudetti) seguito dalla Pro Vercelli con 7.

Il giorno che sancì quell’ultimo sorpasso fu la domenica del 29 giugno 1930 e, nemmeno a dirlo, a sfidare l’Ambrosiana presieduta dall’imprenditore veronese Oreste Simonotti, in quella che sarebbe stata la penultima giornata del primo campionato di Serie A che vide la luce in quella stagione, fu proprio la Juventus guidata dallo scozzese George Aitken che, dopo l’1-2 patito nella gara d’andata giocatasi a Torino, nel ritorno in terra lombarda venne nuovamente battuta con il più classico dei risultati, un 2-0 che nel corso della stessa stagione l’Ambrosiana aveva già replicato contro il Milan e l’Alessandria. La sfida si giocò all’Arena Civica e a deciderla furono le reti di Viani e Conti.

Artefice del terzo alloro nazionale fu l’allenatore magiaro Arpad Weisz che ebbe nell’attaccante Giuseppe Meazza (capocannoniere del torneo con 31 reti) il punto di forza di una fase offensiva che, facente anche leva su Antonio Blasevich e Pietro Serantoni, capaci di spingere il cuoio in fondo al sacco altre trenta volte, fu il più prolifico del torneo con 85 reti. A difesa dei pali vi era, invece, lo storico numero uno Valentino Degani, mentre il capitano, in quella che sarebbe stata la sua penultima stagione lungo i navigli, era Leopoldo Conti, ingaggiato nella lontana estate del 1919 versando nelle casse dell’Enotria la stratosferica cifra di 100 lire.

L’autentica rivale dell’Ambrosiana in quel primo torneo di Serie A non fu, però, la compagine piemontese, che perse via via terreno giungendo alla fine terza, ma il Genova di Renato De Vecchi. Rossoblù che, sette giorni prima della sfida contro i bianconeri, se non fosse stato per la tripletta realizzata da Meazza che li bloccò sul 3-3, avrebbero potuto dire la loro fino all’ultimo in ottica tricolore.

Domenica 17 gennaio 2021 Inter e Juventus si affronteranno a Milano in campionato nella sfida numero 101 (102 considerando anche l’incontro del Campionato Alta Italia 1944 conclusasi 2-1 per l’Ambrosiana Inter che trovò il guizzo vincente con Mario Gritti…)… una sfida la cui rivalità, dentro e fuori dal campo, è andata nel tempo crescendo tanto da essere battezzata con l’appellativo di “derby d’Italia”.