Monza, dopo Juventus Italia e Casteggio ecco il tris alla Juventus

42

Il 6 novembre 1921 il 6-3 inflitto dal Monza alla Juventus Italia (squadra di Milano scioltasi nel 1948) al campo delle Grazie Vecchie sancì la prima vittoria dei brianzoli nella massima serie. Vittoria bissata una settimana dopo, ancora tra le mura di casa, contro i pavesi del Casteggio battuti da una rete di Villa. Attaccante monzese classe 1905 la cui carriera (parentesi con la Pro Patria a parte) ebbe come unico filo conduttore la squadra lombarda. Il campionato in questione [il secondo nella massima serie, il primo, gruppo B Lombardia di Prima Categoria 1920-21, lo avrebbe visto chiudere ultimo con zero punti (primo giunse il Milan qualificato al girone finale Lombardia) e fu il ripescaggio a salvarlo dalla retrocessione], era la Prima Categoria 1921-22 (girone C Lombardia) che vide il Monza classificarsi al secondo posto (prima giunse l’Enotria Goliardo qualificata al girone finale Lombardia) ma la riforma del torneo dell’anno venturo lo costringerà a ripartire dai cadetti. Premettendo che pur avendo preso parte ai due campionati di massima serie citati il cammino del Monza si interruppe alla prima delle due fasi regionali, il tris nell’Olimpo del calcio (Serie A dal 1929-30) è giunto un’eternità dopo quei due successi (il 18 settembre 2022) e a cadere al Brianteo, in un pomeriggio che rimarrà memorabile, è stata la Juventus messa al tappeto da una rete (la prima in Serie A) dell’attaccante danese Christian Gytkjaer.