Seconda Categoria, testa a testa appassionante per il titolo

360

Sono praticamente attaccate. Sia geograficamente che in classifica. Sarà un rush finale da cardiopalma in Seconda Categoria tra Cinquefrondese e Atletico Melicucco, divise da un punto. Davanti ci sono i biancoazzurri, ma la squadra melicucchese nel corso degli ultimi mesi è riuscita a colmare gran parte del gap precedentemente accumulato, grazie a ben otto vittorie di fila.

Tra un mese ci sarà l’ultima giornata che, con ogni probabilità, scioglierà l’amletico dubbio e consegnerà la vincitrice di un campionato appassionante e ricco di piazze importanti.

Due gare casalinghe e due in trasferta per entrambe. Andiamo ad analizzarle.

Si comincia sabato con il derby esterno in casa del Varapodio. Avversario, quest’ultimo, in piena lotta per la salvezza ma che sin qui ha vinto solo tre gare, due delle quali contro l’ultima in classifica. Poi si torna in casa per sfidare il Croce Valanidi: i reggini dopo gli ultimi due ko sono quasi fuori dal discorso playoff e in questa stagione hanno pagato a caro prezzo il fatto di aver perso molti punti negli scontri diretti, sebbene abbiano comunque un organico molto valido. Quindi c’è forse la partita che potrebbe risultare decisiva: la trasferta di Antonimina alla penultima giornata. Potrebbe essere questo lo scoglio più grande, considerando che gli jonici già nella gara di andata bloccarono sul risultato di pareggio i pianigiani. E sono, ad oggi, pienamente in corsa per i playoff sebbene abbiano perso gli ultimi tre scontri diretti disputati (Atletico Melicucco, Polistena e Croce Valanidi, ma sempre fuori casa). Il campionato della Cinquefrondese si chiuderà in casa contro la Melitese, squadra praticamente già salva e che finora non è mai riuscita a strappare punti in trasferta alle squadre di alta quota.

Si parte nel weekend in casa della Melitese. Compagine, quest’ultima, che come riportato sopra ha ormai la salvezza in tasca. In trasferta sin qui non ha brillato (a Melicucco ha subito la sconfitta più pesante del proprio campionato), mentre in casa arriva da tre vittorie di fila. Quindi l’impegno che potrebbe essere il crocevia della stagione: il prossimo 14 aprile al “Redi” arriva il Polistena. Il fatto che si tratti di un derby è già, di per se, garanzia di gara che può sfuggire ad ogni pronostico. Per i rossoverdi, tra l’altro, potrebbe essere una gara decisiva per non uscire fuori dal “baratro” dei 10 punti e quindi rimanere fuori dai playoff. All’andata i melicucchesi si imposero in trasferta per 1-0. Poi c’è l’impegno in casa della Campese, sconfitta nettamente all’andata e che annaspa nelle zone basse. Avversario che sicuramente cercherà punti in ottica playout, ma alla portata dei biancorossi che nell’ultimo turno riceveranno un Villa San Giovanni City anch’esso in piena bagarre per evitare gli spareggi salvezza e che il 27 gennaio scorso è stata l’ultima squadra, in ordine di tempo, a bloccare la compagine di Megna prima del decollo definitivo verso l’altissima quota.

Staremo dunque a vedere cosa accadrà. La matematica non taglia ancora fuori il Lazzaro ma con due squadre sulle quali rimontare è una vera e propria mission impossible. Difficile, ma non impossibile, una terza ipotesi: lo spareggio. In caso di arrivo a pari punti infatti le due squadre sarebbero costrette a giocare una gara in campo neutro. Affinché ciò si possa verificare però sarà necessario che l’Atletico Melicucco recuperi un solo punto sulla Cinquefrondese.